Controllo del territorio a Scafati: tratti in arresto quattro persone dai Carabinieri

Condividi

NARDONE

Salerno, 2 apr. – Prosegue senza sosta l’offensiva dei Carabinieri contro la piaga rappresentata dalla criminalità predatoria. Nella giornata di ieri gli uomini dell’Arma hanno tratto in arresto 4 persone sorprese nella flagranza del reato di furto. Il primo episodio si è verificato nella mattinata quando una Gazzella in forza alla locale Tenenza, impiegata in quella attività di capillare controllo del territorio tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità, ha sorpreso due scafatesi già noti alle Forze di Polizia, B.F. di 24 anni e C.M.J. di 20 anni, mentre si erano introdotti all’interno di un’azienda situata ai confini con il Comune di Santa Maria la Carità. Notato con matura esperienza il movimento sospetto, i militari intervenivano riuscendo a cogliere sul fatto e ad interrompere il tentativo di fuga posto in essere dai due giovani che, oltre al furto, dovranno rispondere anche di ricettazione poiché trovati in possesso di un motocarro sprovvisto di targa e risultato provento di furto che veniva restituito all’avente diritto. Nella scorsa nottata, sempre a Scafati, i Carabinieri della Sezione Operativa di Nocera Inferiore hanno tratto in arresto due individui anch’essi già noti alle Forze di Polizia, S.A. 21enne di Scafati e B.G. 44enne di Boscoreale. I militari hanno sorpreso i due mentre stavano asportando un autoveicolo posteggiato in strada e, all’esito di breve inseguimento, li hanno bloccati e tratti in arresto. Tutti i quattro presunti ladri sono stati collocati in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni a disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ed in attesa di essere giudicati con la formula del rito direttissimo previsto per la mattinata del 3 aprile 2017.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]