Controlli sanitari per 96 passeggeri sbarcati a Salerno

Condividi

Molti gli italiani sulla nave da turismo proveniente da Tunisi

E’ terminato alle 15 di ieri lo sbarco, nel porto commerciale di Salerno, dei 96 passeggeri provenienti da Tunisi, giunti in Italia a bordo della motonave “Catania” della compagnia Grimaldi Lines. Ad attenderli sulla banchina per  verifiche contro eventuali contagi da coronavirus, operatori sanitari e Forze dell’ordine.

NARDONE

Le operazioni di sbarco sono state coordinate dalla prefettura d’intesa con l’Unità di Crisi istituita presso la regione Campania per la gestione dell’emergenza Covid-19.

I passeggeri sono stati tutti sottoposti ad un esame sanitario con misurazione della temperatura corporea e test sierologici. Non sono state riscontrate problematiche. Tra loro molti cittadini italiani autorizzati al rientro in patria dal Governo tunisino d’intesa con l’ambasciata Italiana di Tunisi.

Ora, per tutti i passeggeri, il rientro nei luoghi di residenza. «Sono abitazioni situate in oltre 35 siti in tutta Italia» ha dichiarato il prefetto di Salerno Francesco Russo in un’intervista al Tg3 regionale. «Sabato abbiamo fatto la nostra comunicazione ai colleghi delle altre prefetture a cui seguiranno gli esiti dello screening sanitario» fatto dalla Ausl presso il porto.

Alle operazioni hanno partecipato, oltre alle Forze di polizia statali e alla Polizia di frontiera, la Capitaneria di Porto e la polizia municipale di Salerno, l’Agenzia delle dogane, l’Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera (Usmaf), i volontari della Protezione civile regionale e la Croce rossa.

Francesco Russo, prefetto di Salerno sulla “Grimaldi Lines” con italiani provenienti da Tunisi

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]