Conte decaduto dal M5S

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Secondo il tribunale di Napoli, Giuseppe Conte decade dalla carica di presidente del Movimento 5stelle in quanto eletto in forza di uno statuto approvato in violazione dei quorum necessari.

“M5s, sospesi in via cautelare lo statuto e la nomina di Giuseppe Conte come presidente: accolto il ricorso di un gruppo di attivisti.”
Peter Gomez, Il Fatto Quotidiano
“Ma quindi, se dopo la decisione del tribunale di napoli Conte non è più leader dei Cinquestelle, Di Maio non è neanche più all’opposizione?”
Antonio Polito, editorialista del Corriere della sera

“Nel Movimento nessuno deve sentirsi indispensabile, nemmeno io”.
Giuseppe Conte

Direi…
“Bisogna dire che è pure sfortunato oltre che maldestro… Peraltro lo avevano avvertito in tanti: non è che ti puoi nominare da solo presidente plenipotenziario di un partito, sia pur in fase di liquidazione.
Restiamo in attesa delle prossime puntante. Nel frattempo, mentre i grillini giocano al loro Risiko interno noi concentriamo le nostre attenzioni su inflazione, scuola e caro energia.”
Ettore Rosato, Italia Viva

Luigi Di Maio sarà sicuramente estraneo a tutto questo.
In qualche momento l’amarezza di certe affermazioni, da parte dei grillini, può aver dato l’impressione di nostalgia o di rimpianto per un passato dove erano profondamente radicati i valori del Movimento, o anche di una certa concezione alquanto riduttiva della politica.
Il movimento traballa perché non ci sono più le fondamenta. Conte non è l’unico responsabile e non credo debba essere il capro espiatorio.
È sfuggito di mano tutto a quegli improvvisati della politica, venuti fuori da un blog, contenti di andare contro i “palazzi” ma una volta entrati lì non ne vogliono più uscire.
Il nutrito dibattito sorto intorno alle figure di Conte e Di Maio, il rilievo dato alle loro “opere” tese alla politica, la levità fantastica delle loro personalità hanno creato un certo fenomeno da valutare.
Il tratto peculiare di Conte è stato quello di una persona a tutta prova, fedele a ciò che pensa e sogna, bisognoso di primati che tende a raggiungere e che ha raggiunto (è stato Premier e capo del Movimento).
Un uomo, insomma, che non starà di certo a guardare…

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.