Conte all’Anci: «Dobbiamo prepararci a festeggiare un Natale più sobrio»

Condividi

Il premier Giuseppe Conte, nella giornata di chiusura dell’Assemblea annuale dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), ha affermato: «È chiaro che c’è molta attenzione verso le festività natalizie, neppure il governo ha la palla di vetro ma anche il governo sta rilevando alcuni segnali positivi per la curva epidemiologica, registriamo i primi segnali positivi delle misure prese. Nessuno neppure gli scienziati si avventurano in previsioni, dobbiamo arrivare in prossimità per fare valutazioni, ci stiamo preparando a diversi scenari ma nessuno può prevedere quale sarà la situazione epidemiologica».

NARDONE

«Dobbiamo prepararci a festeggiare un Natale più sobrio rispetto a quello passato e ci auguriamo anche al prossimo – ha aggiunto  – Veglioni, festeggiamenti, baci e abbracci non saranno possibili, al di la là di valutazioni scientifiche occorre buon senso. Una settimana di socialità scatenata significa pagare a gennaio in termini di innalzamento della curva, di morti e pressione sulle terapie intensive».

Conte ha anche detto: «Qualcosa che non rifarei? Ho già detto che non ritengo di essere infallibile, non è questione di essere presuntuosi: abbiamo adottato un metodo, le decisioni non sono mai state avventate ma ponderate su basi scientifiche».

«Ritornando indietro, con le conoscenze che avevamo al momento non posso dire questa scelta non la rifarei, col senno di poi si può mettere in discussione tutto – ha proseguito il premier – ed è giusto che la storia ci giudichi, ma le nostre decisioni sono sempre state improntate al principio di massima precazione, chiara trasparenza, adeguatezza e proporzionalità delle misure mai in modo avventato o sconclusionato, mai guardando i sondaggi, mai, e i ministri lo sanno bene».

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]