Consigli utili per creare un sito web di successo

Condividi

Creare un sito web non è semplice. Ci sono diversi fattori da prendere in considerazione e tante possibilità offerte. Vediamo insieme quali passaggi sono necessari per creare un sito web di successo e a cosa prestare attenzione.

Scegli un buon dominio

Il dominio è l’indirizzo del tuo sito web, il punto di accesso al tuo sito. È importante che faccia una buona impressione ai fini dell’usabilità, nonché per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Ecco alcuni suggerimenti per trovare un nome di dominio ottimale:

  • scegli un nome semplice e facile da scrivere. Non usare parole troppo colloquiali o gergali;
  • il nome deve essere breve. Più è breve, più è facile da ricordare e digitare correttamente;
  • usa l’estensione di dominio più adatta. Se possibile, scegli il dominio .it (invece di .net, .co, ecc.) a meno che non sia più appropriato utilizzare un’altra estensione, come .gov, .edu o .org;
  • evita numeri e trattini. Sono più difficili da ricordare dei nomi con sole parole e rischiano di essere fraintesi oralmente;
  • cerca su Google il nome del dominio per assicurarti che non sia già registrato;
  • acquista il tuo dominio a un prezzo ragionevole;
  • crea un URL SEO-friendly. 

Rivolgiti a un servizio di hosting sicuro e con una buona assistenza clienti

Un host di siti Web, spesso chiamato anche provider di siti Web, è un’azienda che offre la tecnologia e i servizi necessari per la visualizzazione di un sito su Internet. I servizi di hosting possono costare da poche decine a fino a centinaia di euro al mese, a seconda del tipo di tecnologia e supporto che scegli. Il prezzo è scontato se acquisti un piano annuale anziché un piano mensile. Evita i piani di hosting con server condiviso. Hosting condiviso significa che stai condividendo un server e le sue risorse con altri clienti, il che peggiora notevolmente le prestazioni del tuo sito. Inoltre, se uno degli altri utenti subisce un attacco hacker, anche il tuo sito può essere infettato. Scegli, piuttosto, un piano di hosting con server dedicato, perché più sicuro in quanto il server è dedicato interamente a te. Lo svantaggio di questa soluzione, però, è che è molto più costosa di ciò che normalmente le piccole imprese sono disposte a pagare. 

Se sei alla ricerca di un compromesso fra le due soluzioni, ti consigliamo l’hosting “virtual private server” (VPS). Il costo varia da circa 20 a 50 euro al mese. Questo tipo di hosting utilizza la tecnologia di virtualizzazione per fornire risorse (private) dedicate su un server con più utenti. È una soluzione più sicura e stabile dell’hosting condiviso dove non hai uno spazio dedicato. Tuttavia, è più piccolo e più economico dell’avere un server fisico dedicato. Assicurati che la tua società di hosting fornisca supporto telefonico o via chat in modo da poter essere aiutato rapidamente in caso di problemi. Ti sconsigliamo di rivolgerti a servizi che offrono solo assistenza via mail, perché i tempi di attesa sono troppo lunghi. Assicurati, inoltre, che la società di hosting esegua una regolare manutenzione della sicurezza. Idealmente, la tua società di hosting ha un protocollo di sicurezza pubblicato che puoi rivedere in modo da sapere come mantengono i loro server al sicuro. Alcune famose società di hosting di siti Web sono GoDaddy, SiteGround o Aruba.

Dai una descrizione dettagliata della tua società

Sul tuo sito web è importante far sapere subito alle persone chi sei e cosa fai in modo che non siano confuse quando visitano il sito. Assicurati che il keyvisual della tua home page sia rappresentativo del tuo business e di avere un testo introduttivo che descriva chi sei e cosa fai. Anche il menù di navigazione e il footer dovrebbero avere un link alla pagina “Chi siamo”, in modo che il potenziale cliente possa sempre accedere a queste informazioni.

Utilizza un buon sistema di gestione dei contenuti

Un content management system (CMS) è un software utilizzato per creare e gestire contenuti digitali. Un buon CMS ti permetterà di tenere aggiornati i contenuti del tuo sito e non avrai bisogno di molte conoscenze tecniche per usarlo. Dovresti scegliere un CMS progettato per le tue esigenze. Ecco alcuni dei CMS più utilizzati al mondo:

WordPress

WordPress.org è il CMS più popolare al mondo. Ha una vasta comunità di supporto attiva e molti plugin utili per aggiungere funzionalità specifiche al tuo sito. Inoltre, è anche gratuito e relativamente semplice da installare. La maggior parte degli sviluppatori di siti Web lo conosce, quindi non è difficile trovare un freelancer o un’agenzia in grado di lavorare sul tuo sito. È la migliore soluzione per le PMI grazie alla sua flessibilità e comodità d’uso. Tuttavia, lo svantaggio di WordPress è che è più soggetto ad attacchi hacker, proprio per la sua popolarità.

Wix

Wix offre un abbonamento mensile, ma non annuale ed è caratterizzato dall’avere un builder drag-and-drop: puoi trascinare e rilasciare liberamente elementi in qualsiasi punto della pagina. È molto semplice da usare ma non offre molte possibilità di personalizzazione. Una volta scelto un modello, è difficile cambiarlo senza dover ricreare strutture e contenuti.

Joomla

Un altro CMS molto usato e semplice da usare è Joomla. Stupisce per le buone funzionalità SEO e per la maggiore sicurezza. È l’ideale per chi vuole creare siti multilingua.

Oltre al CMS, dovrai scegliere un’adeguata piattaforma di e-commerce e curare i diversi aspetti del tuo sito: l’usabilità, la SEO e molto altro ancora. Per queste funzionalità più specifiche, se non sei un esperto del settore, ti consigliamo di rivolgerti a professionisti da assumere come dipendenti o scegliere freelance con cui lavorare occasionalmente. Grazie a questi consigli, crei un sito di successo per il tuo business che è all’altezza di quello dei tuoi competitor.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]