Con Testi. Rassegna sociale-letteraria promossa dalla casa editrice campana 2000diciassette

Condividi
Una rassegna che partirà il tre settembre e terminerà a dicembre, quella organizzata sul territorio di Telese Terme (BN) dalla casa editrice 2000diciassette, Presidente Maria Pia Selvaggio; Antonio Alterio, referente del progetto “Borghi della Lettura”; Azione cattolica Parrocchia Santo Stefano, Presidente Maria Angela Ferrara; Associazione Fratres, Presidente Giuseppe Porto. Il progetto presenta i patrocini morali del Comune di Telese Terme, Sindaco Giovanni Caporaso; Proloco Telese Terme, Presidente Alessandro Liverini; Rotary Club Valle Telesina, Presidente Ciro Palma.
Il file rouge dei weekend, primo ed ultimo venerdì di ogni mese da Settembre a Dicembre, sarà “il recupero delle fragilità” attraverso la scrittura e la lettura.  “Il rapporto tra Letteratura e Società – affermano in una nota gli organizzatori – è quanto mai presente e si basa sull’idea della letteratura come espressione o riflesso dello spirito del tempo, ossia della vita sociale contemporanea. La letteratura diviene “specchio” di un’interiorità interrotta, o frastagliata; l’autore diviene “lampada” o profeta, descrittore dei costumi sia interiori che formali, lungimirante strumento di azione sulla vita sociale. Per dare buoni frutti, tale commistione, ha bisogno di una variegata lungimiranza, che vada a interpretare la totalità delle esperienze moderne e del comune sentire non come “untore” degli animi, ma come “balsamo” e refrigerio spirituale, psicologico, sociale, umano e storico.”.
Il primo incontro avverrà venerdì tre settembre, nel giardino della struttura “Suore degli angeli” di Telese Terme, messa a disposizione dalla Parrocchia Santo Stefano. Sarà presentato il libro della scrittrice Antonella Leone: “L’altalena”. L’autrice, Antonella Leone, laureata in lettere Classiche alla Federico II di Napoli, attualmente lavora nella Cooperativa Centottanta e conduce laboratori di arte-terapia presso la CTR “Aquilone” e Casa Alloggio: “Villa Carolina” di Solopaca (BN). La quarta di copertina del lavoro letterario, scritta da Christian D’Occhio, dottore in Scienze Religiose, commenta: “Un’altalena. Questa è l’immagine di una vita in bilico tra la gioia e la disperazione, tra minuti che sembrano ore di interminabili preoccupazioni e sofferenze, a ore che sembrano volare via come brevi minuti di indicibile felicità e speranza. Così, tra questi due estremi, scorre la vita di una giovane donna: bella, intelligente, talentuosa; una laurea magistrale in lettere antiche, un’anima pronta a donarsi e a sperimentare la vita in ogni suo aspetto. Eppure, quell’altalena la rende fragile, le fa guardare gli altri con gli occhi della sua anima abbassati. Si rammarica: “…Guardavo le altre ragazze. Tutte stavano meglio di me…”. La lotta nella ricerca di un equilibrio, di un modo per fermare quell’altalena di cui, in fin dei conti, la protagonista stessa avverte, con inquietudine, la pericolosità e l’origine. Il viaggio nel cuore di una donna, gli eventi che le passano a fianco e dentro nel corso degli anni: gli incontri, i discorsi lasciano tracce profonde e sono descritti con dovizia di particolari. Il percorso di vita, sintetizzato in poche, penetranti pagine, svela come da ogni situazione, anche la più difficile, possa nascere la speranza e la forza di amare.”.
 Interverranno: Giovanni Caporaso, Sindaco di Telese Terme; Giuseppe Porto, Presidente “Fratres”; Ciro Palma, Presidente Rotary Valle Telesina; Christian D’Occhio, Curatore della collana “Fragili”, edizioni 2000diciassette; Salvatore Di Fede, medico-psicoterapeuta; Carmen Pellecchia, Psicologa. Testimonieranno: Carla Sabatini, scrittrice; Gerardo Biscardi, scrittore. Allieteranno la serata: il Maestro: Luigi Lucci (piano) e Valentina Pellecchia (voce). Interverrà l’autrice Antonella Leone.
La serata, comprensiva di buffet, sarà rispettosa delle norme anti-covid. L’ingresso è gratuito

NARDONE

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]