Competenze digitali. Aidr: con Re-educo approccio innovativo alla formazione

Condividi

Sono oltre seicento gli studenti coinvolti in Italia nell’ultimo anno e mezzo, in un percorso innovativo di educazione digitale, volto a favorire un nuovo approccio nel campo della cultura e formazione digitale nell’ambito del progetto R-Educo, finanziato dal Programma Erasmus +. “L’iniziativa – sottolinea in una nota l’associazione Aidr, partner del progetto – si è posta come obiettivo primario la formazione approfondita del personale scolastico e degli studenti sulle potenzialità e i rischi delle tecnologie digitali, all’interno di un percorso di educazione consapevole del web e delle applicazioni digitali. Le tematiche affrontate in aula e durante i webinar – prosegue ancora nella nota Aidr – sono state di grande attualità. Agli studenti e ai docenti infatti sono stati forniti gli strumenti per poter integrare le tecnologie digitali nell’ambito del proprio percorso di studi, con uno sguardo rivolto al futuro.  Va in questa direzione l’ideazione di contest europeo, che sta coinvolgendo tutte le scuole secondarie, che hanno partecipato alla prima fase del progetto Re-Educo. Il concorso, si avvia alla fase conclusiva, con la premiazione nella prima settimana di luglio del miglior progetto innovativo relativo allo sviluppo di un’idea imprenditoriale e di start-up, nell’ambito di quattro grandi aree tematiche: Cambiamenti climatici, Istruzione, Salute e benessere e Smartcities”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]