Comicon 2022, emozione cosplay con numeri da record

Condividi

Si è conclusa l’edizione partenopea del Comicon 2022 con numeri da record. Oltre il sold out per l’intera manifestazione, sono stati registrati accessi pari a 135mila visitatori. Dopo due anni di pausa, Napoli porta alla ribalta l’emozione cosplay e si prepara ad accogliere la mostra dal 28 aprile al Primo Maggio 2023, per poi arrivare a Bergamo dal 23 al 25 giugno.

La fiera ospitata alla Mostra D’Oltremare è risultata quanto mai emozionante per i bambini, i giovani ed i genitori che hanno partecipato travestendosi da eroi di fumetti, anime manga e personaggi di film firmati Marvel. Non sono mancati mascheramenti tipici dei personaggi della tv o di film cult.

Gremiti i padiglioni e gli stand dedicati al mondo di anime e manga; dedicati qua e lá ad aree giochi di società o videogioco, mentre altri ancora sono state destinate alla zona food tra ramen, mochi, onigiri, panini, pizza fritta e al forno c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Non sono mancati nelle giornate della manifestazione, i raduni cosplay. Dopo Star Wars, è stato il turno di Demon Slayer, Genshin Impact e l’intramontabile Sailor Moon.

Ogni partecipante da noi intervistato ha palesato la gioia di tornare a vivere un momento di condivisione ed evasione, mancato per ben due anni. I sorrisi erano stampati sui volti di tutti, mentre i più giovani si lasciavano andare a cori di colonne sonore di anime o a marce per la pace.

Un flash mob conclusivo sulla gradinata dell’auditorium, ha visto decine di cosplayer mascherati da eroi Marvel (tra Spider- Man, Iron Man e Doctor Strange) e cori contro la guerra.
Ospite conclusiva della manifestazione è stata invece la disegnatrice Fabiana Fiengo, che per l’occasione ha realizzato un disegno a tema, sullo sfondo dell’arcobaleno.

Gioia anche per i 350 espositori degli stand che hanno registrato vendite sbalorditive. Il Comicon chiude i battenti per questo anno, con i migliori auspici futuri, considerando che nel 2023 bisserà l’appuntamento con i suoi appassionati.

Foto di Arturo Favella

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.