Città Metropolitana di Napoli, via all’Albo e al Forum dei Giovani

Condividi

Questa mattina, nella Sala “Mariella Cirillo” della sede della Città Metropolitana di Napoli in piazza Matteotti, è stato presentato l’Albo dei Forum dei Giovani dei Comuni del territorio metropolitano, al quale si sono registrati gli organismi di 27 amministrazioni comunali. Sono intervenuti il Sindaco de Magistris, le Consigliere Delegate Iorio e Coccia, il Dirigente Bertolotto e i Delegati dei Forum dei Giovani comunali. Conseguenza dell’attivazione dell’Albo è stata l’istituzione del Forum Metropolitano dei Giovani, il cui compito è quello di offrire il contributo giovanile sugli atti della Città Metropolitana, compreso il bilancio dell’Ente.

NARDONE

È stato presentato questa mattina, nella Sala “Mariella Cirillo” della sede della Città Metropolitana di Napoli, l’Albo dei Forum dei Giovani dei Comuni del territorio metropolitano.

Alla presentazione, che ha visto la partecipazione di tanti giovani, sono intervenuti il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, la Consigliera Metropolitana Delegata ai Giovani, Katia Iorio, la Consigliera Metropolitana Delegata all’attuazione dello Statuto, Elena Coccia, il Dirigente della Direzione Supporto Organi Istituzionali della Città Metropolitana, Maurizio Bertolotto, e i Delegati scelti dai Forum comunali.

Sono 27, per ora, i Forum dei Giovani istituiti presso i Comuni dell’area metropolitana che si sono registrati presso l’Albo istituito a palazzo Matteotti. In particolare, i Comuni che hanno attivato tra i propri organismi anche quello dedicato specificamente alle giovani generazioni e che hanno perfezionato le procedure per l’iscrizione nell’Albo metropolitano sono Agerola, Anacapri, Capri, Casalnuovo, Casamarciano, Castellammare di stabia, Ercolano, Gragnano, Lettere, Marano, Mariglianella, Massa Lubrense, Meta, Piano di Sorrento, Pimonte, Poggiomarino, Pompei, Portici, Sant’Agnello, Sant’Antonio Abate, Santa Maria La Carità, Scisciano, Sorrento, Striano, Terzigno, Torre Annunziata e Torre del Greco.

Grazie all’attivazione dell’Albo, è stato istituito questa mattina anche il Forum dei Giovani della Città Metropolitana, organismo previsto dall’articolo 14 dello Statuto dell’Ente cui è demandato il compito di affiancare le strutture amministrative della Città Metropolitana in una strategia di informazione, comunicazione e partecipazione sulle tematiche attinenti la condizione giovanile ed ora, dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19, che svolga una funzione di recupero e di prevenzione del disagio giovanile.

In pratica, la funzione del Forum può essere sintetizzata nell’offerta del contributo giovanile sugli atti della Città Metropolitana, con riferimento agli indirizzi che incidono sulla condizione e sulle attività giovanili, favorendo il raccordo tra le aggregazioni dei giovani e le istituzioni locali, e promuovendo progetti, iniziative, ricerche, incontri, dibattiti sui temi indicati.

“È bello – ha affermato il Sindaco de Magistris – vedere oggi la Città Metropolitana piena di giovani che con tanta energia e tanto entusiasmo vogliono camminare insieme a noi nella missione che ci siamo assunti, quella di cambiare l’area metropolitana. Noi abbiamo voluto con forza il loro contributo, prima prevedendo l’istituzione del Forum quando abbiamo scritto lo Statuto e successivamente compiendo tutti gli atti esecutivi affinché l’organismo prendesse vita. Vedere tutti questi giovani qua oggi testimonia la bontà di quella scelta e riempie di orgoglio. Siamo pronti a coinvolgerli in tutte le materie di loro interesse e finanche sul bilancio, l’atto fondamentale dell’Ente. Nello Statuto abbiamo, infatti, inserito che anche il bilancio fosse sottoposto al vaglio del Forum dei Giovani della Città Metropolitana”.

Nell’incontro i giovani delegati hanno deciso che l’Albo resta aperto per gli altri Forum comunali che volessero costituirsi o iscriversi successivamente, ed hanno proposto che la prima Assemblea – nella quale saranno eletti gli organi (oltre all’Assemblea stessa, sono organi il Consiglio dei Delegati e il Coordinamento Metropolitano) e le cariche sociali (un Coordinatore e due Vice-coordinatori, un Segretario e i Delegati) previste dallo Statuto del Forum – si tenga entro il prossimo settembre.

“Il tema della partecipazione giovanile – ha affermato la Consigliera Delegata Katia Iorio, che ha stabilito, tra l’altro, di concerto con i ragazzi, che la sede del Forum sia presso il suo Ufficio a Palazzo Matteotti – e della rappresentanza dei giovani nel dibattito politico e nell’iniziativa sociale è determinante per favorire la crescita delle nuove generazioni, per consolidare la vita democratica, per incrementare sviluppo e giustizia sociale. Con l’Albo e con il Forum la Città Metropolitana di Napoli, tra le poche in Italia, compie passi decisivi in questa direzione”.

“Lo Statuto della Città Metropolitana di Napoli – ha sottolineato, invece, la Consigliera Coccia – stabilisce che l’Ente sostiene e valorizza gli strumenti di partecipazione attiva e, tra essi, il Forum dei Giovani, al fine di promuovere lo sviluppo di buone pratiche nella vita politica, sociale, culturale, secondo una governance partecipata e in un quadro di soggettività più ampio. Siamo soddisfatti perché si tratta di uno Statuto che prende vita, soprattutto nella parte in cui consentirà a noi amministratori di beneficiare del contributo dei nostri giovani, che stanno dimostrando grandissime capacità e visione prospettica in tutti i campi e che ci saranno di grande aiuto”.

Vincenzo Armini, a nome di tutti i giovani delegati, ha voluto ringraziare la Città Metropolitana per l’istituzione del Forum. “Il nostro obiettivo è il radicamento sul territorio, abbiamo già presentato una serie di proposte sulla scuola, sull’analisi dei bisogni dei giovani, sui trasporti, abbiamo tanta voglia di lavorare e non vediamo l’ora che giunga settembre per partire di slancio”, ha concluso.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]