Cinzia Trinchese, consigliere di opposizione al comune di Nola, risponde apertamente al sindaco Gaetano Minieri

Condividi
Anna Tortora
Anna Tortora

“Ancora una volta devo constatare che iniziative rivolte al bene della comunità vengono recepite in modo maldestro.
La proposta da me avanzata era tesa alla realizzazione, a Nola, dell’ospedale da campo, al fine di evitare la promiscuità dei reparti ospedalieri e l’impossibilità di curare altre rilevanti patologie, anch’esse importanti per la salute dei nostri cari.

NARDONE

Al di là dell’organizzazione del servizio sanitario che non è nelle mie, ne’ tantomeno nelle competenze di un Sindaco, ma dell’Asl regione Campania, allo stato, non si comprendono le ragioni della disparità di trattamento evidente tra la nostra area e quella di altri territori, forse presi in maggiore considerazione politica perché meglio rappresentati.
Resta di fatto che Salerno, Napoli e Castellammare avranno un ospedale da campo e Nola verrà mortificata ancora una volta.

Sindaco dovresti semplicemente tutelare il territorio, il nostro, e mettere da parte in un momento così delicato, lo scontro politico.
Nelle ultime ore anche Pacifico, un altro nostro concittadino è morto di covid.
Per questo ti chiedo “di alzare il livello” e di essere più concreto.
In ogni caso per il bene della comunità, ti invito a rinnovare la sollecitazione dell’allestimento dell’ospedale da campo, al di là del luogo dove realizzarlo, e per “amore della verità” pubblico le visure catastali, in cui si evince che entrambi i lotti da me individuati, sono di proprietà della Regione Campania.
Non è più tempo per le bugie, questo è il tempo del covid, di questa brutta pandemia che in un modo o in un altro sta colpendo tutti noi.
Nonostante ciò, anche se resto allibita dai tuoi modi di fare, ti ribadisco la mia disponibilità a collaborare per raggiungere l’obiettivo comune, nel solo interesse per Nola!
Di seguito la nota di risposta del Sindaco Gaetano Minieri alla mia proposta politica, sulla realizzazione di un ospedale da campo.
Non ci può essere niente di “riservato”, la mia è stata una lettera aperta e i cittadini devono essere informati sempre.”

loading...

Anna Tortora

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.