‘Cenerentola è nata a Napule’, la fiaba in musica di Rosa Chiodo tra anima e voce

Condividi

Napoli, 20 feb. – Dalla cornice tutta fiabesca e meravigliosa del Basile alla realtà di un cd musicale di una moderna principessa che con la sua voce dipinge atmosfere d’incanto.
Rosa Chiodo realizza il suo sogno magico con il nuovo lavoro discografico ‘Cenerentola è nata a Napule’ e mostra sulla copertina del cd una scarpa non più di cristallo, ma finalmente un tacco 12 decisamente pop, dipinto a mano da Tony Esposito, con i colori del giallo oro e dell’azzurro, tipici del panorama partenopeo.
Nuova musica dunque per la Cenerentola di oggi, Rosa Chiodo, che realizza il suo primo cd con alcuni testi scritti di suo pugno.

NARDONE

É questo un album pieno di belle novità per l’artista dalla voce soul che indossa però nelle sue note interiori tutto il respiro di una Napoli grintosa e romantica.

Undici brani tra inediti, cover ed una special track, che vantano la collaborazione con artisti partenopei, impegnati da decenni a dar lustro alla musica italiana, tingendola di sprazzi di napoletanitá. Su questa scia si muove il lavoro discografico della Chiodo, riportando finalmente alle nostre orecchie la buona musica leggera, rivitalizzata da suoni swing e metropolitani.

Duplice anche il registro comunicativo dei testi: l’italiano ed il napoletano si intrecciano in una musicalità che scalda il cuore.

Importante la scelta tematica delle tracce inserite in questo lavoro: l’amore la fa da padrone ed è il sentimento portante che abbraccia l’intero lavoro. Fattore determinante per un disco uscito in piena pandemia, dove il coraggio dell’amore diventa sentimento di riscatto e consolazione allo stesso tempo.

Grandi professionisti coinvolti in questo progetto artistico, frutto di anni di lavoro e sogni, coltivati da Rosa Chiodo, una donna del Sud che intende dare grande futuro alla sua musica ed alla sua città.

L’incontro musicale con il Maestro Peppino Di Capri, restituisce una versione sublime del noto brano ‘Nun è peccato’, in cui piano e voce fanno da colonna sonora alla più dolce delle fiabe che fanno sognare ad occhi aperti.

Due generazioni a confronto in un duetto artistico, sanciscono l’eternità della bella musica che non conosce stagione o tempo, quando riesce a farti emozionare fin dal suono della prima nota. Così il poeta sognatore e la scugnizza romantica, si incontrano a metà strada sul sentiero della melodia che fa breccia nell’ascoltatore.

Altra valida collaborazione é quella con Tony Esposito, coinvolto in questo progetto non solo come musicista, ma anche come pittore della scarpetta della novella Cenerentola, assecondando l’amore per la pittura del noto percussionista.

Il brano ‘Femmene’ dedicato alle donne e alla loro capacità di resistenza ed accoglienza, viene accompagnato da note coinvolgenti e dinamiche, tipiche di quel senso di apertura che solo una donna sa trasmettere col suo fare pragmatico e materno.

L’omaggio alla città di Napoli si concretizza nel brano ‘Fusion’, inciso a due voci dalla Chiodo e Gianni Donzelli, artista che ha scritto con gli Audio 2 le più belle pagine della musica italiana.

In questo testo le parole assecondano lo ‘slang’ del gioco amoroso che dá voce ad una storia d’amore costruita sulla lontananza da una donna e da Napoli, terra che inculca nostalgia non appena la si abbandona.

La special track di ‘Scrivimi’, successo di Nino Buonocore suggella l’happy end del disco valorizzato dalla professionalità di musicisti come Pippo Seno, che si è anche occupato della direzione artistica del disco, Roberto D’Aquino, Gianni Cuciniello, Emidio Ausiello, Davide Frezza, Rocco Di Maiolo, Franco Ponzo, Daniele Pirozzi e Mario Nappi.

 

 

 

 

 

loading...

Pina Stendardo

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.