‘Cenando sotto un cielo diverso’, 150 chef italiani nuovamente ai fornelli per l’inclusione e i progetti di solidarietà

Condividi

Nuova edizione di ‘Cenando sotto un cielo diverso’, con rinnovate emozioni e naturalmente obiettivi da raggiungere nel sociale. Alfonsina Longobardi, ideatrice della manifestazione esordisce in conferenza stampa con entusiasmo, ma soprattuto accorato appello: “In questi due anni il Covid ci ha mostrato l’importanza dell’unicitá della diversabilitá, che rappresenta il nostro claim. Ho riflettuto in questo tempo sull’unicità e autenticitá che non è individualità. Facendo rete si può arrivare molto in alto. Questo evento lo dimostra. Sono partita da 13 chef; oggi siamo arrivati a 150 chef, provenienti non solo dalla Campania. La rete vale tantissimo. Cenando é un collante per quella che é la “diversabilitá”  portata avanti con le associazioni. Le nostre raccolte fondi vanno a segno fattivamente. Vedrete i ragazzi ai fornelli non solo del Don Orione”.

Location della presentazione evento, l’hotel Gold Tower, realtà che si propone di lasciar emergere la città. Marco Zuppetta, general manager della struttura, commenta: “Siamo un’ulteriore struttura alberghiera che si gemella con la città e con l’iniziativa per dimostrare che le eccellenze vanno mostrate, ma in rete”.

Tanti i partner importanti per un evento degno di nota, in programma lunedì 27 giugno a Villa Alma Plena a Casagiove, che per la terza volta consecutiva ospiterà i professionisti ai fornelli, in nome della solidarietà.

57868D48 D4A2 43B5 A7E7 7B0798270CEB

‘Cenando sotto un cielo diverso’ è come sempre, anche un momento in cui l’arte viene messa in risalto. Anna Capasso, cantante ed attrice che sarà presente in questa edizione, sottolinea: “Sono felice di partecipare ad un evento di beneficenza che si apre ad una realtà di rinascita dopo quello che abbiamo vissuto. Che ben vengano questi momenti  che ci invitano a ripartire insieme con eccellenze culinarie e artistiche, in un viaggio interrotto che ci ha insegnato ad apprezzare le cose semplici”.

L’artista in uscita con il nuovo singolo ‘L’estate su di noi’, ribadisce come il suo nuovo brano musicale parli proprio di questo: “In esso ho cercato di inserire anche specialità culinarie e di mostrare quanto la coesione umana dia speranza”.
Le fa eco uno chef che segue ‘Cenando sotto un cielo diverso’ dalla seconda edizione Gianmarco Carli del ristorante ‘Il Principe’ di Pompei: “L’evento è nato per caso perché Alfonsina come me era prigioniera del suo locale e in un incontro al supermercato le promisi di partecipare. Da allora condividiamo il percorso. Dietro la ristorazione ci sono tanti sacrifici che ai più non sono presenti. Il tempo visto come lusso, è la frase giusta al momento giusto, perché il tempo speso nei valori non può essere comprato. Con l’individualità poi si può vincere una partita ma non si può vincere un campionato”.
Il prossimo 27 giugno parteciperanno a questo importante momento solidale, artisti come Francesco Albanese, Michele Selillo, Monica Sarnelli, Anna Capasso, Maria Bolignano, Enzo Fischetti.

9EED0110 056D 4133 924E 3CF8852F7AFB

 

Questa edizione promette dunque di essere  esplosiva, per la partecipazione di chef stellati ma anche di ragazzi di diversi centri. Saranno presenti  40 postazioni in più dell’anno scorso. Se il macro obiettivo della kermesse è di raggiungere nuovi traguardi di solidarietà per inclusione e salute, il micro obiettivo sarà  quello di aiutare il Centro Don Orione di Ercolano, guidato da Don Rosario Belli. “Ci saremo il 27 non solo con il cuore, ma soprattutto con i nostri ragazzi che considero lo spettacolo più bello. Il Don Orione – sottolinea il sacerdote – si preoccupa di coinvolgere i ragazzi nascosti dalla società e lo fa con varie attività. Ad Ercolano aiutiamo 130 ragazzi, a Napoli 40. Abbiamo popolato a tal fine, di recente, una fattoria sociale”.

La ciliegina sulla torta, in termini comunicativi, viene messa da un altro artista letteralmente cresciuto insieme alla manifestazione, il cantautore Michele Selillo che ribadisce: “Cenando ha animato le mense di tante realtà importanti anche durante la pandemia. Sono un veterano. Partecipo dalle prime edizioni. É importantissima la partecipazione. Ognuno deve metterci il cuore. Partecipo perché Alfonsina in questi anni ha davvero fatto cose incredibili nel sociale. Parlando di rete, dobbiamo fare goal tutti insieme”.

4537DB5A AE50 4ADF B290 66DCA551D748

Al traguardo non si arriva mai da soli e ‘Cenando sotto un cielo diverso’ lo palesa coinvolgendo in conferenza di presentazione altri protagonisti importanti di questa edizione 2022: Francesco Sodano, chef stellato; Salvatore Spuzzo, chef resident di “Villa Alma Plena”; Nunzia Rocco Buiano, proprietaria di Villa Alma Plena; Alfonso D’Antuono, Alfasistem (partner dell’evento); Giancarlo Lo Giudice, chef del Gold Tower Lifestyle Hotel; Antonella Tizzano, proprietaria di Terrazza Maresca (Capri) partner dell’evento; Annalina Auricchio, psicoterapeuta Neapolisanit (Ottaviano); Marisa Gallucci, presidente dell’Associazione “Mi coloro di blu”; Raffaele La Mura, azienda “Poggio Delle Baccanti” (S. Antonio Abate); Giovanni Montoro, azienda “Terre Lavorate” (Lavorate di Sarno);
 Ida Piccolo, presentatrice dell’evento;
 Antonio D’Addio, giornalista; Ciro Torlo, attore e modello; Giuseppe Moscarella, attore e modello; Antonio Goeldlin, azienda “Goeldlin Collection”.

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.