Casi di deprivazione culturale, sociale ed emotiva

Condividi

Negli ultimi giorni i quotidiani hanno riportato fatti di cronaca raccapriccianti che evidenziano casi di deprivazione culturale, sociale ed emotiva generati da una condotta con azioni umane violente ed illegali.

La pandemia non ha fatto altro che funzionare da detonatore, ed è principalmente nelle regioni del Sud che si calcolano numerosi episodi teatro di tragedie.

Dal femminicidio al maltrattamento degli anziani, dai bambini ed adolescenti vittime di violenza e di bullismo, ai fragili e alle persone diversamente abili malmenate e bistrattate.

Come Presidente della sezione della CONFAPI, Scuole Paritarie della Campania, confederazione che accoglie in forma di associazionismo le piccole e medie imprese della Campania, anche appartenenti ad altri profili dell’ imprenditoria, non posso non focalizzare la mia attenzione alle ultime vicende accadute sul territorio: mi riferisco alla scuola paritaria della provincia di Caserta in cui si sono verificati maltrattamenti a bambini dai 2 ai 6 anni con reiterate condotte violente delle maestre sia fisiche che psicologiche. Mi riferisco anche al riciclo di danaro da parte di clan della malavita che investono in strutture scolastiche private ed asili nido autorizzati e strutturati con i più alti standard europei.

In questa fase di un nuovo inizio, di ripresa sociale ed economica, è indispensabile non abbassare la guardia ma essere quanto più attenti e vigili, perché è proprio nei momenti difficili che occorre che le imprese facciano la differenza. Se esse svolgono un’ attività con funzioni pubbliche, se sono iscritte ad una associazione o confederazione di categoria, regionale o nazionale, sono soggette ai dovuti controlli da parte degli uffici preposti rispetto all’ affidabilità e alla regolarità amministrativa e gestionale dell’ impresa, e costituiscono una garanzia per tante famiglie che chiedono e cercano su strutture scolastiche e servizi educativi a cui affidare il loro bene più prezioso.

Il Presidente della sezione Confapi Scuole Paritarie della Campania

Valentina Ercolino

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]