Caserta, successo di pubblico per “Topografia e toponomastica di Terra di Lavoro”.

Condividi

Al via il ciclo di seminari sugli aspetti storici della Provincia di Terra di Lavoro.

Dopo il successo di pubblico di venerdì scorso, 25 marzo, per il seminario “Topografia e toponomastica della Provincia di Terra di Lavoro”, organizzato dalla Pro Loco Città di Caserta APS, si attende con ansia il prossimo appuntamento del ciclo di seminari sugli aspetti storici della Provincia di Terra di Lavoro dal titolo: “Acqua per le Regge” che avrà luogo il prossimo 8 aprile alle ore 17:00 presso la “Sala Reggia” del Reparto Attività Territoriali di Caserta (ex Distretto Militare). Tra i relatori vi saranno Giuseppe Pignatelli Spinazzola, Simonetta Conti, Francesco Ocarino. A moderare l’incontro, invece, sarà Luigi Granatello.

Di grande interesse – come già anticipato – è stato il seminario “Topografia e toponomastica della Provincia di Terra di Lavoro” realizzato, peraltro, con la supervisione dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” – Dipartimento di Lettere e Beni Culturali e in collaborazione con le Associazioni “Costumi della Campania Antica” e “Dagal Social APS”. Al tavolo dei relatori si sono succeduti, nell’ordine, la prof.ssa Simonetta Conti (già docente di Geografia presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università “ Luigi Vanvitelli” e di geografia storica presso il Dipartimento di Geografia Umana dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma). Il prof. Domenico Proietti (docente di linguistica presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università “ Luigi Vanvitelli”) ed il prof. architetto Francesco Colussi (docente presso l’I.T.I.S. “Francesco Giordani” di Caserta).

La prof.ssa Conti, che ha avviato la giornata di studio, ha presentato la relazione “Toponomastica geografica: continuità e novità in Terra di Lavoro dal 1860 ad oggi”. In prosecuzione il prof. Proietti ha illustrato la relazione “Leboria, Liburia, Terra Laboris, Terra di Lavoro: una storia bimillenaria tra lingue e toponomastica”. Ed infine l’arch. Colussi ha esposto la relazione “Acquedotto Carolino. La documentazione d’archivio, la livellazione e la cronologia dei lavori”, accompagnando l’esposizione di una selezione di tavole illustrative dei lavori condotti per la realizzazione dell’acquedotto.

Tra il pubblico, peraltro qualificato e numeroso, va segnalata la presenza dell’Assessore alla Cultura della Città di Caserta Dott. Vincenzo Battarra, il Presidente della Società di Storia Patria Avv. Alberto Zaza D’Aulisio, il Rettore del Convitto Nazionale “Giordano Bruno” di Maddaloni prof. Rocco Gervasio, gli ex Comandanti del Distretto Militare, i rappresentanti di Istituzioni Locali civili e militari, i Presidenti di Associazioni provinciali di categoria Federconsumatori e Assoartigiani Imprese, i rappresentanti del mondo associativo casertano e delle città viciniori e, infine, alcuni dei Presidenti delle Pro Loco delle province di Caserta e Napoli.

Il Presidente della Pro Loco Città di Caserta, Gen. Giuseppe Ianniello, ha introdotto i lavori e, dopo aver ringraziare i presenti, ha tracciato una breve storia della Pro Loco dalle sue origini sino ai giorni correnti. Ha posto in particolare evidenza l’evoluzione dettata dalla modifica dello statuto adottata nel 2020, con adeguamento dello stesso ai contenuti del D.Lgs. 117/2017 c.d “Codice del Terzo Settore”, in base alla quale la Pro Loco ha assunto la qualifica di A.P.S. (Associazione di Promozione Sociale). Successivamente si è proceduto all’iscrizione del Sodalizio, quale Associazione di Promozione Sociale, nel Registro detenuto presso l’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Campania, in attesa della migrazione nel R.U.N.T.S. (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore) che, in via definitiva, accrediterà le Associazioni presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L’incontro è stato moderato dal prof. Vincenzo Sollitto docente di Scienze presso il Liceo “Nino Cortese” di Maddaloni.
Ianniello, nella circostanza ha rivolto al padrone di casa, Ten. Col. Antonio Saracco, un particolare ringraziamento per l’ospitalità, ai conferenzieri ed al moderatore per la loro preziosa partecipazione.
Il Col. Giustino Lunello (Presidente dell’Associazione Costumi della Campania Antica) ha rivolto, anch’egli, un indirizzo di saluto e di ringraziamento ai presenti.

Il Gen. Ianniello, poi, al termine incontro, dopo aver lasciato spazio ai presenti tra il pubblico per esprimere considerazioni e domande, ha omaggiato, a nome della Pro Loco, i conferenzieri ed il moderatore di un libro dal titolo “Raccolta di cartoline antiche della Città di Caserta” oltre che una composizione floreale alla prof.ssa Conti. Un sobrio rinfresco organizzato presso il Circolo del Reparto ha concluso con una nota di convivialità l’interessantissimo ed acclamato seminario.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]