Caserta, “La gioia nella croce” il pensiero di von Balthasar nel libro del prof. Pietro De Lucia in vendita dal 13 maggio 2021

Condividi
CASERTA – Domani 13 maggio 2021 esce nelle librerie l’ultima monografia del prof. Pietro De Lucia. L’opera dal titolo “La gioia nella croce” rappresenta un Viaggio nel pensiero di von Balthasar. Il libro è edito nella Collana “Il respiro dell’anima” da Effatà Editrice (Torino). La pubblicazione presenta la prefazione del Teologo prof. don Edoardo Scognamiglio. A raccontarci qualcosa di quest’ultimo studio è lo stesso autore, che ci confida come il testo abbia richiesto un lavoro lungo, delicato e attento, sia per la “complessità” di von Balthasar, sia perché, il tema della gioia non è stato trattato ampiamente dal grande teologo svizzero.
Prof. Pietro De Lucia e mons. Giovanni D'Alise
Prof. Pietro De Lucia e mons. Giovanni D’Alise

Il prof. De Lucia, aggiunge che von Balthasar “ha una idea della gioia molto particolare. La intende come passaggio purificatore attraverso l’esperienza della croce, che è esperienza di morte e di vita, di seppellimento e di risurrezione e quindi di immersione nel divino, già ora sperimentabile”.

Naturalmente, come evidenzia sempre l’autore, “il testo viene pubblicato in un momento storico molto particolare, dove parlare di gioia, come dice don Edoardo Scognamiglio nella prefazione, sembra essere un paradosso. Tuttavia è possibile”. Aggiungendo: “Spero questo lavoro possa farci riscoprire il fondamento, il cuore della gioia cristiana; Gesù Cristo morto e risorto”. Ed ancora “questo contributo voglio dedicarlo, in particolar modo, a mons. Giovanni D’Alise (chiamato a vivere in pienezza l’Eternità di Dio) mio amico, fratello e padre nella fede a cui sono particolarmente legato”.
È emblematico il messaggio della quarta di copertina, proposto dall’autore: “La gioia evangelica deve essere il segno e l’abito del cristiano. È rara, ma non impossibile”.
Prof. don Edoardo Scognamiglio e Prof. Pietro De Lucia
Prof. don Edoardo Scognamiglio e Prof. Pietro De Lucia

Per conoscere meglio l’autore va detto che il prof. Pietro De Lucia è dottore in Teologia e in Pedagogia. Insegna Cristologia ed Ecumenismo presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Interdiocesano “Ss. Apostoli Pietro e Paolo” di Capua (Caserta). Insegna Teologia dogmatica presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Giovanni Duns Scoto” di Nola (Napoli). È docente di religione cattolica nella diocesi di Acerra dove è anche direttore dell’Ufficio Ecumenico Diocesano. È membro del Centro Studi Francescani per il Dialogo Interreligioso e le Culture di Maddaloni (Caserta). Collabora con alcune riviste di teologia come Asprenas e Quarite. Studioso di Raimon Panikkar, ha pubblicato per Città Nuova Il Contributo di Raimundo Panikkar al dialogo interreligioso. Problemi e prospettive teologiche (2016).

Segue il testo della quarta di Copertina di presentazione dell’opera:
“La gioia è il mistero stesso della vita di Gesù. Nonostante la croce, il Figlio di Dio aveva un cuore che traboccava di vera gioia, un gaudio nascosto faceva vibrare tutta la sua persona. Interrogandosi su questo mistero della vita cristiana, cuore del Vangelo, l’autore si è imbattuto in Hans Urs von Balthasar e nella sua visione particolare della gioia, intesa come passaggio purificatore attraverso l’esperienza della croce, che è esperienza di morte e di vita, di seppellimento e di risurrezione e quindi di immersione nel divino, già ora sperimentabile. In questo senso la gioia ha un carattere paradossale perché mette assieme speranza e sofferenza, passione e amore, attesa e profezia, giustizia e perdono. Ma essa è segno di un’esistenza redenta, liberata dal peccato e dal male attraverso la passione di Cristo e la sua risurrezione nella carne. Ed è in questa luce che la gioia può ritornare nella vita di ogni giorno e riportare l’uomo alla ricerca della vera felicità”.
Come accennato la pubblicazione è in vendita nelle librerie e online (qui link per l’acquisto) a partire dal 13 maggio 2021 e circa la sia promozione sono previste una serie di presentazioni.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]