Caserta. Guerra in Ucraina, Zinzi: “Accoglienza e solidarietà grazie alla proposta sui beni confiscati”

Condividi

“Al centro del nostro impegno c’è la necessità di creare le condizioni utili a garantire l’accoglienza in Città di donne e bambini, in primis, che scappano da una guerra ingiusta e inspiegabile. In questo senso abbiamo inteso inserire, nel documento approvato all’unanimità in Consiglio comunale, la proposta indirizzata all’Agenzia nazionale dei beni confiscati affinché renda disponibili i 124 beni sottratti alla criminalità organizzata e non ancora assegnati al Comune per destinarli temporaneamente alle famiglie che stanno fuggendo dalle bombe. Il popolo ucraino, fiero, orgoglioso e combattente, ha bisogno di aiuto concreto. Non ci sottrarremo”. Così il capo dell’opposizione di centrodestra a Caserta e capogruppo Lega in Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi, intervenuto a margine della seduta di assise comunale straordinaria convocata per discutere della guerra in Ucraina.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]