Caserta, entrata nel vivo la 45 Conferenza Nazionale Animatori nel teatro del Buon Pastore oggi

Condividi

CASERTA – Oggi è entrata nel vivo l’appuntamento diocesano del Rinnovamento nello Spirito Santo per la 45^ Conferenza Nazionale Animatori e Giubileo d’Oro.

Da oggi, per la prima volta la Conferenza è vissuta, in maniera diversa, e svolta contemporaneamente sia da Fiuggi che da 133 diocesi collegate tra loro, sfruttando le possibilità che offre la tecnologia, permettendo a coloro che non potranno essere a Fiuggi in presenza, di poter partecipare anche a distanza, consentendo quindi anche a tutti i gruppi, e dunque anche a quelli della Diocesi di Caserta di poter vivere , con gioia la Convocazione in questo fine settimana alla 45^ Conferenza Nazionale Animatori .

Questa mattina  gli animatori dei gruppi e Comunità della Diocesi di Caserta si sono riuniti presso il teatro della chiesa del “Buon Pastore” di Caserta per vivere questo momento di grazia. È da sottolineare inoltre che nella giornata di oggi (nella chiesa del Buon Pastore) è stata celebrata la Santa Messa presieduta dal Vescovo di Caserta mons. Pietro Lagnese.

Buon Pastore 1Apprendiamo dalla testimonianza di Mario Tramontano (delegato alla comunicazione) dell’appuntamento:

“Ci siamo, dopo tanta attesa è arrivato il giorno in cui la nostra Convocazione ha inizio. La giornata a dire il vero è iniziata con la grande difficoltà dovuta al mal tempo che ha colpito Caserta e non solo. I volontari preposti all’organizzazione logistica alle 08:00 si sono ritrovati nel teatro del  Buon Pastore di Caserta per mettere a termine gli ultimi preparativi per poter accogliere tutti i fratelli e le sorelle “convocati”, tutto è pronto… E’ Il Signore che ci ha convocati e che ci attende , vuole portarci in disparte per farci dono del Suo amore, vuole rinnovare la Sua alleanza così come ci ricorda il tema della Convocazione tratto dalla Lettera agli Ebrei al Capitolo 8, versetto 8  ” Ecco vengono giorni, dice il Signore, quando io stipulerò con la casa d’Israele e con la casa di Giuda un’alleanza nuova”.

La giornata inizia con la Preghiera Comunitaria Carismatica animata dai coordinatori delle diverse realtà della Diocesi. Un momento di preghiera di lode corale , di benedizione e di ringraziamento comunitario che ha permesso allo Spirito Santo di effondersi ancora una volta su tutti i convenuti donando gioia, pace e tanto amore. Il sigillo a questo momento iniziale è stato donato dalla Parola di Dio, dalla lettera del profeta Amos al Capitolo 9, versetto 11 “In quel giorno rialzerò la capanna di Davide, che è caduta; ne riparerò le brecce, ne rialzerò le rovine, la ricostruirò come ai tempi antichi”.

Successivamente la giornata è proseguita con il collegamento da Fiuggi dove dopo il saluto iniziale da parte del Presidente del RnS Salvatore Martinez e del Comitato Nazionale e la lettura dei messaggi, il programma è proseguito con la relazione di S.E. Giuseppe Petrocchi (Arcivescovo metropolita di l’Aquila) sul tema “Ministri di una nuova alleanza, non nella lettera, ma dello Spirito” (2Cor 3,6).

Altro momento significativo è stato vissuto successivamente con un’esperienza Spirituale “I due bastoni” dal profeta Zaccaria al capitolo 11 , versetto 7 “Presi due bastoni: uno lo chiamai Benevolenza e l’altro Unione e condussi al pascolo le pecore”.

Dopo la pausa pranzo , nel pomeriggio dopo un momento iniziale di preghiera comunitario,  svoltosi nella chiesa del Buon Pastore,  con il nostro Vescovo S.E. Mons Pietro Lagnese, abbiamo celebrato l’Eucarestia. Al termine della celebrazione ci siamo ritrovati nel teatro per proseguire la convocazione con i vari simposi  sulla vocazione carismatica, comunitaria, ecclesiale e missionaria del RnS.

La prima giornata volge al termine, pieni di gioia ci diamo appuntamento a domani.

Stessa ora…..Gesù ci attende”.

Domani continuerà la Convocazione con la seconda giornata nel teatro della chiesa del Buon Pastore di Caserta.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]