Cardarelli-Niguarda | Modelli ed esperienze a confronto. De Luca-Fontana: la sanità cresce con lo scambio di buone pratiche

Condividi

Il 26 e il 27 novembre si è tenuta, presso l’Ospedale “Antonio Cardarelli”, la due giorni di incontri bilaterali tra l’azienda ospedaliera napoletana e l’Ospedale Niguarda di Milano: “modelli ed esperienze a confronto”.

È il secondo step del protocollo siglato a Milano nel giugno 2018 per rendicontare sui risultati della prima tranche di collaborazione tra i due ospedali.

Il protocollo era stato siglato proprio per lo scambio reciproco di buone pratiche medico-scientifiche, di progetti di collaborazione nel campo della formazione, delle esperienze gestionali, dei modelli organizzativi e della ricerca.

In questa occasione si sono affrontati i primi risultati dell’intesa, tra questi: lo sviluppo delle conoscenze sanitarie in particolare nella gestione delle sepsi, l’istituzione del registro “trauma, protocolli sulla terapia intensiva post-operatoria; la condivisione delle best-practice come quelle per la medicina iperbarica, la gestione delle maxi-emergenze per pazienti con gravi ustioni, la gestione delle infezioni ospedaliere; lo sviluppo di nuovi servizi per la rete dello stroke unit, il trapianto delle isole pancreatiche, processi operativi di accettazione nei PS e di gestione del paziente di medicina interna.

Presenti stamattina all’Ospedale “Antonio Cardarelli” anche il Presidente Vincenzo De Luca e Attilio Fontana, della Regione Lombardia insieme all’Assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera che hanno avuto modo di condividere e confrontarsi sulle rispettive esperienze ed eccellenze in ambito sanitario. Il Presidente Vincenzo De Luca ha così, infatti, commentato: “Cardarelli e Niguarda sono l’esempio della Sanità che si costruisce nei fatti e non con i tweet e le campagne mediatiche, i professionisti e i medici di queste due realtà che si confrontano alla pari sono l’esempio di una Sanità che cresce con il confronto e l’esperienza di due realtà di eccellenza che crescono insieme”.

Primo step dei risultati e delle azioni congiunte attivate tra il Cardarelli e il Niguarda: SCARICA

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]