Carceri, Di Giacomo(S.PP.): Napoli Poggioreale, non si fermano le aggressioni ai danni dei poliziotti penitenziari

Condividi

NECESSARIO L’INTERVENTO DELLO STATO VOLTO ALL’INTRODUZIONE DI PENE PIU’ SEVERE E ALL’ABBATTIMENTO DEL CARCERE STESSO.

Ancora un episodio di violenza: ieri ennesima aggressione ai danni dei Poliziotti Penitenziari ed a soli pochi giorni da un’altra da noi segnalata.
Anche quest’accadimento è avvenuto alla C.C. di Napoli Poggioreale, ove sembra che un detenuto, all’esito di una colluttazione con un altro detenuto, veniva accompagnato dagli agenti presso l’Infermeria centrale dell’istituto per le cure del caso, e qui si scagliava contro gli stessi e contro al personale sanitario, colpendo a suon di pugni ciò che lo circondava e ferendo uno dei Poliziotti. Contenuto dal Personale Penitenziario, veniva condotto ad altro Reparto e qui tentava di aggredire nuovamente gli stessi.
Anche stavolta il peggio è stato evitato solamente grazie alla professionalità dei Poliziotti Penitenziari che, con non poca fatica, hanno posto fine all’evento.
Di Giacomo: “Occorrono pene più dure per chi aggredisce i Poliziotti e per chi con la propria forza fisica e mentale cerca di sovrastare gli altri detenuti” continuando “L’episodio di oggi rientra tra i tanti che attesta ciò che è Poggioreale ovvero un carcere dove lo Stato ha fallito, emblema della noncuranza della politica, una vera e propria zona franca ed è per questo che torniamo fortemente a chiedere che
venga abbattuto.”

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]