Carcere Santa Maria C.V., detenuto psichiatrico ingoia pila e aggredisce un poliziotto penitenziario.

Condividi

DI GIACOMO (S.PP.): L’ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA! 

Santa Maria Capua Vetere, oggi intorno alle ore 14.30 circa, sembrerebbe che un detenuto psichiatrico e probabilmente segnalato come pericoloso, di circa quarant’anni e di origini siciliane, collocato in REMS dapprima di arrivare nelle carceri, abbia aggredito dapprima verbalmente il Personale Penitenziario, dopodiché ha tirato un calcio ad un Assistente Capo Coordinatore.

NARDONE

Pare che a scatenare l’ira del detenuto sia stata una richiesta di incontro con la psicologa, non nell’immediato eseguibile, a cui è susseguito un atto di dimostranza che si è concretizzato in urla, aggressioni verbali al Poliziotto di turno e successivamente nell’ingerimento di una pila.

Accompagnato in infermeria, avrebbe qui tentato di aggredire il medico, che si è salvato solamente grazie ad un Assistente Capo Coordinatore che è intervenuto per riportare alla calma il detenuto. Il recluso tuttavia avrebbe a tal punto aggredito il collega che sembra essere stato colpito principalmente da un calcio alla mano. La rabbia del detenuto si è arrestata solamente grazie all’arrivo sul posto di altri colleghi. A seguito dell’aggressione subita, l’Assistente Capo Coordinatore è stato inviato al Pronto Soccorso per le cure del caso.

A darne notizia è Aldo Di Giacomo segretario generale del sindacato di Polizia Penitenziaria S.PP.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]