Campania, Unarma: “Contro Bronx del weekend più tutela per le forze dell’ordine”

Condividi

“Da nord a sud continua l’escalation di aggressioni contro le divise e in Campania, in particolare, il fenomeno sembra ormai essersi consolidato come un appuntamento fisso e pericoloso per decine di carabinieri: il Bronx del weekend”. Così in una nota la Segreteria regionale Campania del Sindacato dell’Arma dei Carabinieri, Unarma. “Proprio dell’altro ieri sera” continua la nota “ è l’aggressione avvenuta a Bellizzi, per mano di un giovane pregiudicato che in preda all’alcool, si è prima scagliato contro il parroco della chiesa del Sacro Cuore di Gesù, Padre Franco De Crescenzo, e poi contro i colleghi dell’Arma intervenuti. Di ieri sera, invece, il caso di un giovane che, dopo essersi ribaltato con la sua auto nei pressi di Zungoli, ha violentemente aggredito i carabinieri accorsi sul luogo del sinistro. Sempre ieri nei pressi di Qualiano, un’altra pattuglia è intervenuta in soccorso di un 44enne, coinvolto in un incidente stradale, per accompagnarlo all’ospedale di Giugliano dove sarebbe stato sottoposto ad accertamenti. L’uomo però, durante il tragitto, ha aggredito verbalmente i militari minacciandoli di morte, per poi attaccare con calci e pugni gli stessi e alcuni medici appena arrivati in ospedale. Ormai” si legge ancora nella nota “chi presta servizio a difesa della sicurezza e della salute pubblica è diventato il principale bersaglio di un disagio sociale che si manifesta con sempre maggior frequenza. Per questo l’appello di Unarma è rivolto a tutta la politica affinchè non solo l’Arma, ma tutte le forze militari ricevano le giuste tutele e strumenti di protezione per il contenimento non solo dei contagi, ma anche della rabbia sociale, nell’interesse della sicurezza di tutti”.

NARDONE

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]