Campania – Sicurezza di edifici pubblici e ponti, approvato il decreto: via alle verifiche sismiche

Condividi

Approvato il decreto per le verifiche sismiche di edifici strategici. E’ stato pubblicato sul Burc il decreto che approva gli elenchi delle istanze presentate da 260 comuni della Regione Campania per le verifiche sismiche di scuole, presidi sanitari di 118, edifici di protezione civile, caserme, municipi e infrastrutture viarie, ponti.

NARDONE

La redazione delle verifiche sismiche è necessaria per la richiesta di finanziamenti pubblici per la messa in sicurezza e la Regione, per volontà del Presidente Vincenzo De Luca, si è impegnata a coprire le richieste dei comuni per la copertura delle spese tecniche: “I Comuni hanno serie difficoltà a coprire le spese tecniche per i professionisti e la Regione come sempre li supporta creando così anche occasione di lavoro per i tecnici”.

Le istanze pervenute sono 1136, per richieste che superano i 5 milioni di euro. Verrà approvata successivamente la delibera per la copertura delle richieste, nonché il decreto di approvazione dell’avviso di short list per la individuazione dei tecnici esperti con cui i  comuni potranno a loro volta stipulare convenzioni con i tecnici e geologi della regione che saranno scelti.

 

SCARICA DECRETO E GRADUATORIE

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]