Campania, dalla Tunisia rifiuti velenosi. Cirielli (FdI): “Interrogazione parlamentare ed esposto alla Corte dei Conti”

Condividi

“Altro che svolta verde! Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, per far chiarezza sulla vicenda che vede protagonisti il governatore De Luca e il governo e la magistratura della Tunisia in merito alle seimila tonnellate di rifiuti altamente nocivi, esportati illegalmente nel paese del Nord Africa da un’azienda campana autorizzata dall’amministrazione regionale. Ora la Tunisia obbliga l’Italia a riprendersi tutti questi rifiuti velenosi. Oltre al danno anche la beffa. Infatti, sulla base dell’accordo raggiunto tra De Luca e l’ambasciatore tunisino in Italia, la Campania dovrà pagare ventiseimila euro al giorno per i rifiuti sequestrati in Tunisia da oltre un anno. Si tratta di cifre esorbitanti. E chi pagherà per questa “distrazione” dell’amministrazione De Luca, che ha di fatto consentito a quell’azienda di operare illecitamente perché non sono stati effettuati adeguati controlli? Chiaramente presenterò anche un esposto alla Corte dei Conti per irregolarità nella gestione del denaro pubblico da parte della Regione Campania affinché si effettuino i necessari accertamenti sui fatti. Non possono né devono pagare i cittadini campani per gli errori di De Luca”. Lo dichiara il Questore della Camera e deputato campano di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]