Calenda (Pd) : se il Pd va con i 5S, perde di credibilità

Condividi

Se la direzione dem chiederà di verificare l’ipotesi di un accordo con M5s “vorrà dire che il Pd avrà definitivamente abdicato alla rappresentanza del mondo liberaldemocratico” e “io questa cosa non la accetterò”

E’ il pensiero di Carlo Calenda in un’intervista al Foglio in cui ha spiegato che “a quel punto sarà inevitabile lavorare a una nuova forza politica che rappresenti quel mondo orfano”.

“Una forza non alleata con il Pd”, ha sottolineato l’ex ministro dei governi Renzi e Gentiloni, “perché il Pd avrà perso ogni credibilità rispetto alle istanze dell’Italia seria, quella che lavora, studia e produce”. L’obiettivo, ha spiegato, sarebbe quello di costruire “un’offerta per i cittadini preoccupati dall’evidenza che nella prossima legislatura, in caso di elezioni, ci sarà un blocco M5s-Pd contrapposto a una destra estremista”.

 

 

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]