Cafiero: fuori il video dell’inedito “Ti guardo ancora un po’” per sostenere il sistema sanitario nella lotta al Coronavirus

Condividi

E’ disponibile su YouTube il video di “Ti guardo ancora un po’” il nuovo brano di Cafiero, realizzato a distanza con la sua band. L’eccellente musicista e cantautore, attraverso il videoclip dell’inedito, si fa portavoce di un messaggio importante per supportare il sistema sanitario a fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Cafiero ha dichiarato: ““Ti guardo ancora un po’” è un brano che nasce dall’amore, dal fatto che la distanza (guardandosi, appunto, da lontano e dentro), in questo periodo, è simbolo di rispetto e amore verso gli altri. Siamo in cerca dell’ispirazione e dell’introspezione… per fare sempre meglio, soprattutto ora. E’ una canzone che nella sua malinconia è piena di speranza, solidarietà e di amore verso il prossimo. Il singolo, non disponibile in vendita, è accompagnato da un video (visibile al link ufficiale https://www.youtube.com/watch?v=UbhF_P5-T0I) che mostra la fase di  realizzazione a distanza. “Ti guardo ancora un po’” contribuisce a diffondere il messaggio di sostegno a favore di strutture e persone impegnate nella gestione dell’emergenza promozionando, in particolare, due campagne di raccolta fondi: la Protezione Civile e la Regione Puglia, la mia terra. L’amore in tutte le sue forme ci porterà a vincere questa battaglia! Intanto io e i miei amici presenti in questo brano ci auguriamo di poter regalare qualche minuto di gioia e spensieratezza”.

“Ti guardo ancora un po’” mette in rilievo la capacità dell’artista di saper spaziare musicalmente senza perdere la propria essenza. Il singolo farà parte del nuovo ed atteso progetto discografico del cantautore, in uscita nei prossimi mesi.

Cafiero e la sua band sostengono l’emergenza COVID-19 promuovendo la raccolta fondi destinata alla Protezione Civile Nazionale (IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387 – BIC: BCITITMM) e alla Regione Puglia (IBAN: IT51 C030 6904 0131 0000 0046 029 – intestato a Regione Puglia – causale: Donazioni coronavirus Regione Puglia).

 

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]