Bufale Politica su Equitalia ? De Chiara e Criscuolo vi raccontano la verita ‘ !

Condividi

Napoli, 14 giu. – Dal 1 luglio equiItalia diventerà agenzia delle entrate riscossioni.
Di qui una serie di voci che stanno creando un vero e proprio allarme sociale nella popolazione.
Andiamo con ordine e cerchiamo di fare chiarezza.
L’agenzia delle entrate dal 1 luglio sostituirà Equitalia, ciò cosa vuol dire, vuol dir che, se abbiamo un debito nei confronti di una pubblica amministrazione, se prima Equitalia doveva rispettare una procedura, quale quella di notificare la cartella esattoriale, alla quale doveva seguire successivamente un’azione esecutiva, adesso l’agenzia delle entrate, nella sua qualità, dovrà sempre contestare il debito, salvi i più ampi e vasti poteri in sede esecutiva.
Primo su tutti è quello di avere il libero accesso per quel che concerne la banca dati, vale a dire che, in buona sostanza, l’agenzia delle entrate può attaccare direttamente i conti correnti, ma attenzione, non vuol dire che se qualcuno ha un debito con Equitalia l’agenzia delle entrate si prende direttamente i soldi dal conto corrente : assolutamente no !!!!!
Ma vuol dire che, occorre sempre notificare e contestare il debito, salvo poi, in caso di mancata opposizione, procedere con il pignoramento, vale a dire a prelevare i soldi direttamente dal conto corrente.
Il consiglio a questo punto è, senza creare inutili allarmismi, se vi arriva una cartella esattoriale, ovvero un’intimazione di pagamento da parte di Equitalia ovvero da parte dell’agenzia delle entrate, recatevi subito da un professionista, sia esso un avvocato, un commercialista o un consulente, e valutate insieme a lui cosa fare .
Esaminate che l’intimazione di pagamento sia realmente il debito dovuto e cercate di trovare un accordo con l’ente esattore sia sottoforma di rateizzazione sia sotto forma di pagamento agevolato diversamente se vi è un errore ovvero se il debito risulti prescritto fate immediatamente opposizione.
Quindi, innanzitutto accettare sempre le notifiche e ritirarle, dopodiché valutare con un professionista se pagare ovvero fare opposizione.
Concludendo evitate inutili allarmismi la circostanza che qualche politico millantava come un successo quella di aver abolito Equitalia è una vera e propria bufala così come è una bufala quella che l’agenzia delle entrate potrà direttamente prendersi i soldi dal conto corrente!

NARDONE

Gennaro de Chiara
avvocato a Napoli
patrocinante dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle altre Giurisdizioni Superiori

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]