Beni confiscati, dalla Città Metropolitana di Napoli via a due bandi per l’assegnazione di tre terreni a Saviano e una villa a Melito

Condividi

La Città Metropolitana di Napoli ha indetto due bandi di selezione per l’assegnazione in comodato d’uso a titolo gratuito e per finalità sociali di beni confiscati alla criminalità organizzata nei comuni di Saviano e Melito. In particolare, si tratta di 3 terreni agricoli a Saviano, in via Olivella e in via Cutolo, e una villa in via Roma a Melito.

La Città Metropolitana di Napoli, nell’ambito delle finalità di promozione dello sviluppo sociale del territorio – come previsto dallo Statuto e in conformità al principio di concorrenza, nonché ai principi di trasparenza, adeguata pubblicità e parità di trattamento previsti dall’art. 48 del Decreto Legislativo n. 159/2011, oltre che in attuazione di quanto previsto dal Regolamento per l’acquisizione, l’assegnazione, la gestione e l’utilizzazione dei beni immobili confiscati alla criminalità organizzata e trasferiti al patrimonio indisponibile dell’Ente – ha deciso di indire due bandi per l’assegnazione, in comodato d’uso a titolo gratuito e per finalità sociali, di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata nei comuni di Saviano e Melito.

Terreno confiscato in Saviano
Terreno confiscato in Saviano

Nello specifico, il bando relativo al comune dell’area nolana riguarda il conferimento ad un unico assegnatario di tre suoli agricoli siti in via Olivella e in via Cutolo, mentre quello relativo al comune di Melito ha ad oggetto una villa nel Parco Ville in via Roma.

Possono partecipare alla selezione i soggetti individuati dall’art. 48, comma 3, lettera c) del D. Lgs. n. 159/2011 e i Consorzi, le Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) e/o Associazioni Temporanee di Impresa (ATI) già costitute o che dovranno essere costituite entro 30 giorni dalla comunicazione dell’avvenuta assegnazione. I requisiti di ammissione devono essere posseduti da tutti i soggetti facenti parte della ATS e/o ATI, qualunque sia la forma giuridica dei partecipanti.

In caso di partecipazione di ATS o ATI costituende, la domanda dovrà essere sottoscritta da tutti coloro che fanno parte del raggruppamento. In particolare, nel caso di associazioni costituende la domanda deve contenere l’impegno, in caso di assegnazione, di perfezionare l’associazione entro trenta giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

Copia del bando con tutte le modalità di partecipazione e requisiti sono disponibili sul sito istituzionale www.cittametropolitana.na.it.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]