BASKET | Crisco Centro Ester costretto alla resa a Caserta

Condividi

Pone: Capitan Pone: Abbiamo disputato un brutto finale di gara

Ensi Basket Caserta-Crisco Centro Ester Barra 78-64

NARDONE

Parziali: (15-25, 20-15, 18-11, 25-13)
Ensi Basket Caserta: Porfidia 17, Caduto 15, Dall’Oglio 14, Ciccone 11, Tronco N 10, Monno 8, Cecere 3, D’Isep, Iodice, Tranfa, Caricchia ne, Tronco AF ne.
Crisco Centro Ester Barra: Gaudino 18, Guarino 17, Alaimo 11, Balestrieri 9, Pone 5, Monsurrò 4, Gallo, Barone, Romano, Pecchia ne Cozzolino ne, Riccardi ne. All.re Massaro

Primo stop per il Crisco Centro Ester Basket. La squadra di coach Massimo Massaro è costretto alla resa sul campo dell’Ensi Caserta. Una gara che sembrava mettersi sui binari giusti nel primo quarto che si concludeva con gli ospiti avanti di cinque lunghezze. “La gara sembrava essersi incanalata sui binari giusti -spiega a fine partita il capitano Nicolas Pone- siamo entrati in campo concentrati e abbiamo cominciato a fare bene sia sotto il profilo della voglia che dell’intensità del gioco espresso. In avvio del secondo quarto abbiamo accumulato fino a 15 punti di vantaggio” sottolinea rammaricato. A differenza delle altre giornate di campionato dove il quintetto del quartiere di Barra era cresciuto con il trascorrere dei minuti, questa volta le cose sono andate diversamente: “Già nel corso dell seconda frazione loro hanno cominciato a crescere a differenza nostra che siamo calati lentamente. Sono riusciti a recuperare buona parte dello svantaggio rifacendosi sotto nell’ultimo quarto”.

La volata finale premia il  team di casa che ha chiuso l’ultimo quarto con il punteggio di 25-13 utile, una volta tirate le somme, a fissare il punteggio finale sul 78-64. “Ci hanno staccato alla fine del match -conclude Nicolas Pone- lasciandoci dietro in campo ed agganciandoci al secondo posto della classifica. Adesso ci aspetta una settimana di lavoro intenso in vista del prossimo scontro diretto sul campo della capolista Piedimonte Matese. Non possiamo permetterci altri passi falsi”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]