Barbara D’Urso è il personaggio tv più significativo del decennio. Al quarto posto Alberto Angela

Condividi

Barbara D’Urso è il personaggio televisivo più significativo del decennio. A incoronarla è un sondaggio del “Corriere della Sera” tra venticinque volti della tv. In una settimana hanno votato quasi 300 mila persone. La mattatrice di Canale 5 ha portato a casa il 47,8% delle preferenze.

NARDONE

“È assurdo, incredibile – ha dichiarato al “Corriere” la vincitrice del sondaggio – Per me era impossibile pensare di vincere. Il fatto che siano arrivati tanti voti, poi, è segno che la televisione, in particolare quella generalista, interessa ancora molto. Ne sono felice visto che voglio lavorarci ancora un altro po’”.

Determinante ai fini del risultato è stato il contributo del suo fan club. “Nei giorni scorsi ho ri-postato sul mio profilo il loro invito a partecipare al sondaggio: mi pareva una cosa gentile, visto che si sono sperticati. Ne approfitto per ringraziarli tutti quanti. Li amo”, ha detto la D’Urso.

Barbarella si è lasciata alla spalle Lilli Gruber, fermatasi al secondo posto. “La stimo molto – ha commentato la D’Urso – Certo, siamo diverse. In questo sondaggio lei ha avuto il sostegno di grandi giornalisti. Ecco, io no. Ma non mi è mancato quello della gente semplice, per me conta quello”.

Al terzo e al quarto posto si sono classificati Maria De Filippi e Alberto Angela. “Come me e Lilli Gruber, si tratta di due persone diverse – ha sentenziato la vincitrice – Ma la televisione è bella per questo: ci sono tante figure che vanno a occupare tasselli molti distanti tra loro. Credo sia la forza della generalista”.

La conduttrice spiega come ha vissuto quest’ultimo decennio: “Ho sempre cercato di migliorare, arrivando alla pancia della gente, emozionando e informando, ma anche regalando dei momenti di leggerezza. La tv è cambiata e sono cambiata anche io. Per me è stato necessario stare al passo con i tempi, cercando di informare nel modo più completo ma anche veloce e social possibile. Essere veloce nel fare informazione è una mia particolarità”.

A proposito dei social, la D’Urso rivendica di essere stata tra i primi ad averne intuito l’enorme potenziale: “Appena sono nati ho cominciato a usarli: per me sono fondamentali (…) Ormai fanno parte della mia normale routine: faccio due post al giorno su Instagram. Su Twitter mi diverto moltissimo: dopo ‘Live – Non è la D’Urso’ vado a dormire alle 4 perché mi perdo a leggere tra i 60mila tweet che commentano la trasmissione (…) Da qualche tempo ho scoperto anche Tik-Tok. Sono stata tra le prime persone che fanno tv a buttarsi. Pensavo, figurati, questo è un social per ragazzini… Invece i miei video sono arrivati anche a due milioni e mezzo di visualizzazioni. Buffo no? Cerco di comunicare con tutti e di intuire quale è il modo giusto per farlo… non sempre ci riesco (…) Gran parte del mio pubblico è fatto di giovanissimi, non so perché. Ovviamente mi gratifica, ma non avendo io 25 anni lo trovo anche bizzarro. Per non parlare dei bambini”.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]