Avellino, a Rotondi inaugurato un nuovo centro sportivo finanziato dal PON “Legalità”

Condividi

Nell’ambito dell’iniziativa “Io gioco legale” per l’integrazione e l’inclusione sociale dei giovani attraverso l’attività fisica

Questa mattina, alla presenza del prefetto di Avellino Paola Spena, dei rappresentanti delle Forze dell’ordine e delle amministrazioni comunali della provincia, è stato inaugurato un nuovo centro sportivo a Rotondi, realizzato con il finanziamento del Programma operativo nazionale “Legalita” 2014-2020 nell’ambito dell’iniziativa “Io gioco legale” in capo al ministero dell’Interno.

NARDONE

Il progetto si pone come obiettivo la diffusione della cultura della legalità tra i giovani attraverso lo sport favorendo i comportamenti orientati alla corretta socializzazione e al rispetto delle regole.

Nel corso della cerimonia il prefetto Spena ha sottolineato «come la struttura, che sorge in un territorio complesso sottraendolo all’incuria, rappresenta un punto di riferimento per l’intera comunità della Valle Caudina, al fine di valorizzare, anche attraverso lo sport, pratiche che promuovano la diffusione della legalità attraverso il consolidamento di comportamenti orientati al rispetto delle regole e dell’avversario, nell’ottica della condivisione e dell’inclusione».

«L’iniziativa si fonda» ha aggiunto il prefetto «sul rifiuto del sistema valoriale imposto dalla criminalità, ulteriormente rafforzato dall’intitolazione del campo a Paolo Borsellino, esempio della lotta delle istituzioni contro le mafie».

All’inaugurazione hanno partecipato i ragazzi di alcune delle associazioni sportive del territorio che, dopo aver giocato una partita di calcio, hanno ricevuto una tuta e una borsa sportiva con il logo dell’iniziativa “Io gioco legale”.

«In concomitanza con gli importanti successi che l’Italia in questi giorni sta ottenendo alle Olimpiadi di Tokyo, e con l’auspicio che il nuovo campo polivalente possa essere anche la culla dei campioni del futuro» ha sottolineato il prefetto concludendo «che lo sport rappresenta un eccezionale veicolo di trasmissione dei valori di libertà, solidarietà, giustizia e pari opportunità, che sono i principi fondanti della legalità».

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]