Autunno in Pineta al Teatro dei Piccoli

Condividi

Sabato 26 e domenica 27 settembre 2020 (ore 11.30 e 17)

Un nuovo weekend di teatro, musica e laboratori nella Mostra d’Oltremare di Napoli per la rassegna open air dedicata ai bambini dai 3 anni in su.

NARDONE

Un ottimo inizio per “Autunno in Pineta” la rassegna dedicata ai piccoli dai 3 anni in su organizzata da Le Nuvole/Casa del Contemporaneo, I Teatrini e Progetto Sonora che continua nel parco di pini marittimi del Teatro dei Piccoli della Mostra d’Oltremare, sabato 26 e domenica 27 settembre, con due proposte di spettacolo tra musica, teatro e attività di laboratorio.

Si comincia, sabato 26 alle ore 11.30, con la sezione curata da Progetto Sonora che presenta “Musica in gioco il primo dei quattro Concerti in Pineta proposti dall’Ensemble Sonora.

“Tutti i Concerti in Pineta  – sottolinea Eugenio Ottieri – propongono una modalità di ascolto e di partecipazione che, nel solco degli studi  di Edwin Gordon  sulle teorie dell’apprendimento musicale, consente di immergere i più piccoli nel suono e nella musica con una modalità dedicata alle loro esigenze e possibilità”.

La rassegna, realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione di Comune di Napoli e direzione della Mostra d’Oltremare, propone inoltre, nella sezione dedicata alle fiabe curata da I Teatrini, le repliche dello spettacolo “Con le ali di Peter ” dal  romanzo di James Matthew Barrie per la regia di Giovanna Facciolo (domenica 27, doppia alle ore 11.30 e alle ore 17). Tutti gli spettacoli sono preceduti, un’ora prima, da un laboratorio teatrale o musicale compreso nel costo del biglietto. L’ingresso per il pubblico, munito di mascherina, è dal lato Zoo su Viale Kennedy, il biglietto costa 5 euro (valido per uno spettacolo + laboratorio) e la prenotazione è obbligatoria al numero telefonico 327 0795871.  La rassegna proseguirà fino a domenica 1 novembre 2020. Per informazioni FB/ teatrodeipiccolinapoli e www.teatrodeipiccoli.it

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]