Assegnato al regista Rocco Cosentino il Premio Internazionale Letteratura Spoleto Art Festival 2022 per il suo noir Viaggio all’inferno pubblicato nella collana editoriale Belle Époque (PubMe)

Condividi

Viaggio all’Inferno si aggiudica il Premio Internazionale Letteratura nell’ambito dello Spoleto Art Festival 2022. La cerimonia, svoltasi nello splendido chiostro di San Nicolò, nel cuore del centro storico di Spoleto, ha visto la partecipazione di numerosi esponenti del mondo della cultura e dell’arte.

La prestigiosa giuria, così composta, ha premiato il noir dell’autore per il messaggio di forte attualità e rilevanza sociale, in esso contenuto: Paola Biadetti (direttore dello Spoleto Meeting Art); Giuseppe Catapano (rettore dell’accademia Auge); Angelo Sagnelli (poeta, scrittore e direttore artistico della sezione letteratura); Tania Di Giorgio (direttore musicale del Menotti Spoleto Art Festival); Mariangela Mandia (direttore pari opportunità); Luis Alberto Saavedra (pittore cubano, docente in Ecuador e firmatario del manifesto Menotti Art Festval Spoleto 2023) e Luca Filipponi (presidente dello Spoleto Art Festival). La consegna del premio è stata effettuata dalla docente di pianoforte e musicista, Emanuela Mari, che ha appunto consegnato, in dono, all’autore, l’opera dell’artista Evelina Marinangeli “Astratto 1”.

Siamo molto felici e orgogliose per questo riconoscimento. Il romanzo di Cosentino è uno spaccato sociale ed emotivo di una attualità struggente, in cui si apre uno squarcio doloroso non solo sulla violenza contro le donne, ma anche e soprattutto su ogni forma di abuso e sopraffazione. Questo è stato il motivo principale della nostra scelta, accompagnata dall’abilità della penna dell’autore che tra passato e presente, racconta una storia senza tempo e luogo.” Così le direttrici editoriali, Rosa Caruso e Maria Grazia Porceddu.

Si tratta di un romanzo che vuole esser al tempo stesso un invito alla riflessione e al confronto e un racconto letterario delicato e coinvolgente, una sorta di dramma moderno sospeso in un tempo indefinito a sottolineare il respiro universale della vicenda. Rocco Cosentino, attraverso una scrittura cinematografica, essenziale e d’impatto, riempie le varie “scene” di emotività realizzando un noir dalle atmosfere torbide, in cui la corruzione morale troverà giustizia “in luoghi inimmaginabili”. Sono quattro le prefazioni che introducono la lettura e sintetizzano diversi approcci di alcuni noti professionisti: Ruggero Chinaglia, medico cifrematico; Maria Ciccotta, medico in formazione specialistica; Stefania Monica Bertoldi, avvocato del Foro di Treviso e Manuela Tempesta, regista per Rai e Rai Cinema nonché sceneggiatrice. La copertina è stata realizzata dal maestro scultore, Antonio De Paoli.

Il romanzo, uscito nella Collana editoriale Belle Époque, da fine marzo è disponibile su tutti gli store online e in libreria.

La collana editoriale

La collana editoriale Segreti in giallo è nata nel 2020, fondata da Rosa Caruso (blogger e grafica) e Maria Grazia Porceddu (giornalista e blogger). La collana si rivolge a coloro che prediligono il genere: giallo deduttivo o classico (giallo psicologico, storico e a fumetti), paranormale (streghe, vampiri, fantasmi, magia e occultismo ecc.), horror (psicologico non splatter), fantasy, gotico. Fiore all’occhiello è la sezione dedicata ai giovani lettori (bambini/ragazzi). Accanto a questa sono nate, immediatamente dopo, quali sue naturali diramazioni, le collane: Belle Époque (romanzi ambientati tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, epistolari e diari) e Belle Époque Pink (romanzi di genere rosa con le sue ulteriori sfumature: chick lit, up lit, historical romance, erotic romance). New entry la collana Un cuore per capello, riservata ai romance moderni.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]