Arriva la tombola di Leggende napoletane tratta dall’omonimo libro a fumetti della Phoenix Publishing

Condividi

Un cartellone e 48 cartelle ispirati alla leggenda del Munaciello

La tombola delle Leggende napoletane (1 cartellone e 48 cartelle – euro 8,00) è un’altra splendida idea che i “ragazzi” della Phoenix Publishing hanno partorito per tenere vivo lo spirito della tradizione campana. Ispirata ai fumetti della leggenda del Munaciello presente nel primo volume di Leggende napoletane scritto da Emanuele Pellecchia e Francesco Saverio Tisi, con le illustrazioni di Gianluca Testaverde, ha come protagonista una Napoli ammantata di mistero dove vivono gli appassionati e maledetti amanti Stefano Mariconda e Catarinella Frezza. Dal loro amore, breve e osteggiato, nasce un bimbo deforme che sua madre vestirà con abiti monacali. Da qui, la storia del Munaciello. Una storia che risale al 1445, quando la città era governata da Alfonso V D’Aragona.

NARDONE

Come i volumi Leggende Napoletane 1 e 2, la tombola è un viaggio, una guida verso un mondo di misteri, di vicende e di favole tramandate di generazione in generazione. Uno sguardo innovativo nei confronti di una tradizione che sopravvive nei secoli e per questo da non perdere di vista.

La Phoenix Publishing è diretta da Emanuele Pellecchia. Gli altri membri sono Luna Cecilia Kwok, editor, grafica e art director; Francesco Saverio Tisi, vice direttore, sceneggiatore; Ilaria Luongo, ufficio amministrativo.

Ma come è nata l’idea della tombola?

“Come già dichiarato in relazione ad altri nostri progetti ˗ racconta Pellecchia ˗ nasce dalla volontà di realizzare sogni su carta e di rinnovare le radici delle nostre migliori tradizioni”.

Per chi fosse interessato al prodotto, è possibile farne richiesta telefonando al numero 3387339946.

Oppure, collegandosi al sito Clicca qui

www.phoenixproduzioni.com/publishing

[email protected]

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]