Arresti nel nolano: producevano falsi documenti per far ottenere cittadinanza italiana a 300 calciatori

Condividi

NARDONE

Napoli, 7 apr. – Un fiume di soldi per far ottenere la cittadinanza italiana a circa 300 calciatori brasiliani, che militano in vari campionati europei: Francese, italiano, Portoghese. E nemmeno la Serie A, è esente, da una nuova inchiesta che parte dal napoletano. A scoprire la truffa i carabinieri di Castello di Cisterna che hanno arrestato il responsabile dell’ufficio di Stato civile di un Comune del nolano e il titolare di un’agenzia di pratiche amministrative. L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti dei due indagati, eseguita stamattina dai carabinieri, è stata emessa dal gip del Tribunale di Nola (Napoli) su richiesta della locale Procura (procuratore aggiunto reggente Stefania Castaldi e sostituto procuratore Francesca Paola Colonna). Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di corruzione, falsità ideologica e materiale commessa da Pubblico Ufficiale in atti pubblici e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]