Armando Coppola (Napoli in Sinergia): Lo sportello anti-sputtanapoli? L’ultima barzelletta di de Magistris

Condividi

Napoli, 23 apr. – «Lo sportello per le querele contro chi fa sputtanapoli è l’ultima trovata da barzelletta del sindaco de Magistris. Dire che le cose a Napoli non vanno è legittimo e, tra l’altro, nel passato personaggi come Eduardo o Pino Daniele hanno fatto quello che, secondo la visione attuale di de Magistris,  è sputtanapoli e pertanto dovrebbero essere i primi ad essere querelati. Purtroppo le cose non sono cambiate e con fatti concreti Napoli in Sinergia continua a dimostrare che Napoli è una carta sporca e de Magistris non se ne importa».

NARDONE

Così Armando Coppola, presidente dell’associazione Napoli in Sinergia, che ha contestato duramente la decisione del Comune di Napoli di creare uno sportello anti-sputtanapoli.

«Caro de Magistris – continua Coppola rivolto direttamente al primo cittadino – lo sportello che devi creare è quello per la segnalazione dei disservizi di questa città. Perché non iniziamo a querelare i presidenti delle partecipate, dei consigli di amministrazione di Napoli Holding, Napoliservizi o Asìa? Sono partecipate che, come ben sai, non funzionano e servono solo a fare gestione politica. Per quanto riguarda Napoli autonoma – conclude il presidente di Napoli in Sinergia – se vuoi veramente l’autonomia della città dallo Stato italiano perché vai a Roma a mendicare fondi? E perché continui a ripararti dietro lo Stato assente quando ci sono sparatorie e morti ammazzati? Se vuoi essere sindaco di una città autonoma da tutto e da tutti devi prenderti le responsabilità anche di questi fatti gravi, non puoi parlare di autonomia solo quando fai la conta dei turisti che ci sono a Napoli».

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]