‘Archivio storico’, la cucina borbonica rivive gli antichi fast con Pasquale Palamaro

Condividi

Napoli, 14 dic. – Lo chef stellato Pasquale Palamaro da sei mesi protagonista della collaborazione con il ristorante ‘Archivio storico’ di Napoli, rivisita un classico della tradizione culinaria borbonica stemperandone i sapori decisi per la gioia dei raffinati palati contemporanei.
Palamaro ribalta il concetto vigente nella cucina attuale impegnandosi a non cercare a tutti i costi strabilianti accostamenti di gusto, studiando la ricchezza storica delle ricette del settecento napoletano fatte di ingredienti salutari, energetici e facilmente reperibili.
Napoli, città che ha raccontato a tavola esigenze e tradizioni di tanti popoli, grazie all’Archivio storico ripropone un piatto ormai dimenticato: il bucatino cerino.
Una cupola cangiante servita con fiamma centrale, preparati in un lungo processo che vede coinvolti per l’armonia del palato besciamella, pollo, fegato di pollo, uova, funghi champignon e tartufo nero.
Rinunciare ad un assaggio è un vero peccato perché nella cupola degli ingredienti tutto si abbraccia in una perfezione che non disgusta ma accarezza tutte le papille gustative, appagandole completamente.

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.