Andrea Speranza, con la start-up Zeronetto, si aggiudica Explosiva 2021, Challenge delle Idee Vulcaniche

Condividi

Progetti editoriali per bambini tra cultura ambientale e realtà aumentata

Si chiama Andrea Speranza, a capo della start-up Zero Netto, il vincitore della prima edizione di Explosiva 2021, la challenge delle idee vulcaniche, ideata e portata a termine da Stecca, incubatore di imprese che ha sede nei Molini Meridionali Marzoli a Torre del Greco. 
Andrea, che ha vissuto a Londra e a Shangai, in Cina, è tornato, nel 2020, a Torre del Greco, la sua città natale, ed, insieme a un gruppo di soci, ha fondato la “Zero Netto”, una start-up che ha presentato il suo progetto.
L’offerta si basa, da una parte, sulla creazione e vendita di prodotti editoriali innovativi di educazione a sostegno delle tematiche ambientali di riciclo, upcycle, economia circolare (Color book, Silent book, mappe ecologiche) per bambini in età scolare 5 -10 anni, annessi a percorsi di esperienza digitali di educazione genitoriale mirati all’inclusione, alla emancipazione sociale e alla promozione di modelli di consumo sostenibili. Dall’altra sulla creazione di un software di Realtà’ Aumentata che stimoli i piccoli lettori alla personalizzazione delle storie e crei un nuovo modello di insegnamento innovativo. “Sono particolarmente felice – ha dichiarato il neo vincitore – del fatto che il mio progetto sia stato ritenuto meritevole di fiducia da parte della giuria. Mi piace l’idea di poter lavorare nella mia terra e portare avanti quei concetti di modernità e sviluppo appresi negli anni all’estero”.
Zero Netto si è aggiudicata un percorso di incubazione e accelerazione presso Stecca e i suoi partner per un valore di 40mila euro, battendo la concorrenza, in finale, di altre nove idee progettuali.
“Siamo soddisfatti dell’esito di questa prima edizione di Explosiva 2021 – dichiara Giuliana Esposito, Ceo di Stecca – su 100 proposte arrivate, già selezionarne dieci è stato difficile. Ma siamo felici che la giuria abbia ritenuto, pur tra difficoltà per la qualità delle proposte arrivate, di premiare la start-up di Zero Netto che coniuga valori culturali e un progetto imprenditoriale forte e robusto”. “Ho seguito con passione la costruzione delle proposte e devo riconoscere una grande professionalità in tutti i team che hanno risposto con competenza ai requisiti del bando- dichiara Livio Barone, project manager di Stecca- ma non posso nascondere un pizzico di orgoglio, perché la proposta di Zero Netto deriva da un lavoro di confronto anche con il nostro incubatore.”
Dieci i finalisti che hanno partecipato, da tutta Italia, alla call di Explosiva. Simona Fontana, Andrea Speranza, Annalisa La Barbera, Claudio Meglio, Giuseppe Marconi, Marco Pagano, Attilio Vona, Antonio Bello, Luca Vitiello, Giuseppe Carannante: questi i nomi dei giovani startupper che, in questi mesi, hanno presentato idee e progetti da trasformare in iniziative imprenditoriali.

La giuria è stata formata dai partner tecnici Ottavio Sgrosso, CEO di Pushapp e Business Angel, Angelo De Caro,CEO di Based, Noemi Taccarelli, Founder della Blank Growth Agency,  Gennaro Cervone, CEO della Business Consulting,  Giuliana Esposito, CEO e FOUNDER di Stecca,  Livio Barone, Project manager di Stecca, Enzo Scognamiglio, Digital Manager Marketing di DieciAdv, Antonio Aprea, Ceo Nowtech srl e Consigliere Assoprovider. Coadiuvati dai partner istituzionali Veronica Bertollini, Responsabile Marketing Strategico della Banca di Credito Popolare,  Vittorio Ciotola, Socio e direttore tecnico della Site srl e Presidente dei giovani imprenditori campani di Confindustria,  Luigi Moschera, Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale- Università degli Studi di Napoli Parthenope – Prorettore alla Terza Missione,  Paola Generali, Presidente di EDI.it (Digital Innovation Hub Confcommercio),  Marco Tammaro, Responsabile del Laboratorio Tecnologie per il Riuso, il Riciclo, il Recupero e la valorizzazione dei Rifiuti e Materiali di ENEA,  Angelo Pica, Presidente Consorzio Costa del Vesuvio.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]