Amministrative Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno: “La mia ricetta è una squadra operativa”

Condividi

Somma Vesuviana, 8 maggio 2017 –  “La mia ricetta è una squadra operativa”.  Sei le liste che lo sostengono  tra cui anche simboli di partito importanti quali Partito socialista, Verdi e Udc, una forza di moderati miscelati con forze di centrosinistra, scuole di pensiero diverse ma ‘unite’ a sostegno del candidato sindaco Salvatore Di Sarno che dice: “io faccio la differenza”. Adele Aliperta, Peppe Nocerino e Giuseppe Sommese, tutti e tre candidati in “Siamo Sommesi”, hanno formalizzato il loro sostegno a Di Sarno. I tre hanno sottolineato che l’appoggio a Di Sarno è nato sulla base del programma che la lista “Siamo Sommesi” ha sottoposto al candidato sindaco, strutturato su una serie di punti prioritari: la manutenzione delle strade per migliorare la viabilità, la sicurezza per i cittadini, la realizzazione di un parco comunale nell’area di via Giulio Cesare, la riorganizzazione del settore lavori pubblici, lo sviluppo ed il rilancio dell’occupazione con il completamento dell’area Pip. “Ad aiutarmi a fare la differenza ci sarà  una squadra di assessori che dovrà essere presente e operativa, altrimenti  vanno a casa. Abbiamo sposato i punti della lista Siamo sommesi, punti che sono condivisi e condivisibili. Noi daremo quella marcia in più, che purtroppo è mancata. Cominceremo con cose semplici e lo faremo mettendo telecamere nei punti nevralgici della città, perché chi viene a Somma deve sapere che è controllato. Un’altra parte del programma che sarà attuata nell’immediato, è dedicata ai disabili, e andarci a prendere i fondi regionali, che ci sono e non vengono utilizzati, per fare e utilizzare associazioni e i volontari che si mettono al servizio del comune”. Sia Adele Aliperta che Peppe Nocerino hanno spiegato che il patto non si fonda su una questione di poltrone o incarichi, ma mira a rinnovare la classe dirigente e a coinvolgere i giovani: “C’è bisogno di un cambiamento, quelli più esperti dovranno mettersi in gioco per favorire i più giovani e dare nuova linfa vitale a Somma Vesuviana”. Giuseppe Sommese ha spiegato il senso del movimento “Siamo Sommesi”, evidenziando il ruolo dell’europarlamentare Aldo Patriciello, “punto di riferimento istituzionale del movimento”.

NARDONE

 “Al centro della nostra attività amministrativa una questione annosa come quella dei condoni, per i quali andranno utilizzati per la risoluzione tutte le unità di personale disponibili, anche questa sesso bistrattate e male utilizzate e affinché anche il giornaliero sia fatto bene, Abbiamo un comando vigili con un numero esiguo di agenti, ne sono appena 19, quando ne dovrebbero essere più di 50 e lavorare per il controllo della città che spetta loro. C’è una macchina amministrativa che va riorganizzata, c’è tanto da lavorare e noi ci metteremo la faccia, il cuore, i sentimenti e la passione, ma soprattutto lo faremo insieme. E’ l’insieme di proposte, idee e persone che posso portare a fare bene, per risolvere gli annosi problemi che Somma ha,  questa città non può morire cosi, siamo in una situazione di stallo che dura da anni, noi saremo il ‘filtro’ per la nostra città. Avremo una squadra di persone serie che amano la città per la quale s’impegnano”.

Salvatore Di Sarno ha invece sottolineato che l’obiettivo sarà “perseguire la normalità, che da troppo tempo latita a Somma Vesuviana”. Il candidato sindaco ha poi aggiunto: “Dobbiamo lavorare per la scuola, le fasce deboli, i disabili. Dobbiamo mettere mano alla questione dei condoni, coinvolgere i cittadini e aprire a tutti le porte del Comune. Lavoreremo con umiltà ma col massimo impegno”.

 

loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce