Amministrative 2017 Somma Vesuviana: stringono i tempi per presentare liste e candidati

Condividi

Somma Vesuviana, 25 aprile 2017 –  Si avvicina il momento in cui dovranno essere consegnate le liste  a sostegno di coloro che si candidano a primo cittadino della città. Il 10 maggio il temine ultimo, in attesa dell’election day. Nel giro di poche settimane sono già sette i competitors in corsa per la fascia. Centro, destra e sinistra, ma anche esponenti della società civile, animi già tesi come consuetudine a Somma, e pronti ai confronti. Nomi noti ormai quelli dei sette in corsa che sono: Giuseppe Bianco (Pd); Celestino Allocca (Somma nel cuore); Salvatore Di Sarno (Svolta Popolare); Peppe Nocerino (Udc); Salvatore Rianna (Ripartire si può); Pasquale Piccolo; Ciro Sannino (Movimento cinque stelle). La più recente candidatura è stata quella di Giuseppe Bianco, per ora sostenuta solo dal Pd, ma per la quale Bianco apre a tutti.  La sua candidatura è emersa del tavolo civico che di recente ha voluto il Pd. Medico e primario in un noto  ospedale partenopeo, 62 enne, coniugato e con figli, Bianco vuole essere la chiave di volta per la società civile a Palazzo. Ciro Sannino è il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle. Sarà presente anche in questa tornata elettorale il movimento che segue Beppe Grillo, che bissa con la candidatura dell’avvocato civilista Ciro Sannino, 35 anni, sommese doc e attivista del movimento da 4 anni, nel corso dei quali è stato impegnato come portavoce. Il Movimento Cinque Stelle  giovedì 27 e venerdì 28 sarà presente in piazza Vittorio Emanuele per raccogliere le sottoscrizioni alla lista alle amministrative dell’ 11 giugno. Nel 2014 Sannino è stato candidato sindaco per la prima volta con il Movimento penta stellato, ed era il 25 maggio 2014 quando gli elettori sommesi stabilirono che il Movimento cinque Stelle si dovesse fermare al primo turno, senza aggiudicarsi una seduta in consiglio comunale, fatto che non ha impedito loro di fare una ferma opposizione all’amministrazione uscente. Pasquale Piccolo nasce in Alleanza Nazione e torna tre anni fa a riproporsi alla ‘sua‘ città con il simbolo della civica “Aurora”, che lo porta a governare per circa un anno. Il sindaco uscente sembrava tenere bene la rotta di Palazzo, che ha cominciato a fare bizze quando una prima rielaborazione di Giunta ha squilibrato i rapporti instaurati con i suoi alleati sin a quel momento, provocando un’impasse politico – amministrativo che all’ultima crisi ha spinto il sindaco Piccolo a mandare tutti a casa, rimettendo il voto nelle mani dei cittadini. Una politica, la sua, che avrebbe dovuto avere il sostegno di Celeste Allocca ed i suoi fedelissimi, ma che ha poi visto Allocca junior proiettare le sue forze altrove. Oggi quelle forze, che ricordano ancora Raffaele Ferdinando Allocca, si presentano a sostegno di Allocca junior, per una politica animata dalla forza del ‘cuore’. “Somma nel Cuore” e il Movimento “Allocca per Somma” sono infatti le liste a sostegno di Allocca, che debutta e segue le orme del padre, cercando di completare quel profilo di Somma Vesuviana, auspicato nei progetti comuni che hanno visto Allocca padre sindaco per ben tre mandati. Una politica, quella di Allocca, che fu messa più volte in discussione dal gruppo politico cui faceva parte l’allora consigliere Salvatore Rianna, che ancor ‘oggi potrebbe porsi come unica differenza tra Allocca e Piccolo. Rianna rientra a ‘casa’ con la lista “Ripartire si può”, concept scelto per questo percorso politico e rappresentativo della visione futura di Somma Vesuviana: “una decisa rottura con la continuità di un passato caratterizzato da scarsa efficienza amministrativa dovuta a incompetenze diffuse e immobilismo – spiega Rianna – per governare bene una città, non bastano buone idee, ma occorrono competenze amministrative e trasparenza. Somma Vesuviana è una città dalle enormi potenzialità che vanno valorizzate al meglio per il bene di tutti, al fine di ricostruire un tessuto sociale ormai logorato da tempo. Ripartire si può non è solo una speranza, ma un impegno in cui profonderemo tutte le nostre energie”. Per Svolta Popolare, tra i nomi ufficiali, Salvatore Di Sarno, 45 anni, già Vicesindaco e Sindaco facente funzioni del Comune di Somma Vesuviana nel 2010 quando l’allora sindaco Raffale Ferdinando Allocca terminò prematuramente con la sua dipartita la sua terza consiliatura. Altro candidato è Peppe Nocerino, Unione di centro, commercialista, 52 anni, consigliere uscente e già consigliere in precedenti amministrazioni. Ancora in corso di dialogo i moderati di centro, tra i primi ad abbandonare l’ormai famoso tavolo per costituire il “Polo allargato” sfumato sulla volontà stessa dei rappresentanti del partito di centrosinistra, che non hanno voluto cedere sul simbolo e candidato sindaco.

NARDONE
loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce