Ambrogino d’Oro a suor Anna Monia Alfieri. “Dedico il premio ai miei genitori e a tutti i genitori e agli studenti”. Gli auguri de Il Monito

Condividi

Come ogni anno è giunto il momento in cui il Comune di Milano ufficializza i nomi dei premiati per l’Ambrogino d’Oro 2020, il premio speciale conferito a cittadini benemeriti, che si distinguono per la loro attività e per particolari azioni in favore della collettività.

NARDONE

Quest’anno sono quattro le medaglie d’oro alla memoria, quindici le medaglie d’oro e venti gli attestati di civica benemerenza e i prescelti, come da tradizione e comunque nel rispetto dei limiti imposti dall’emergenza sanitaria, saranno insigniti del riconoscimento il prossimo 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio.

Tra i premiati figurano Fedez e Chiara Ferragni, che si sono distinti per la raccolta fondi a favore della creazione di un nuovo reparto di terapia intensiva al San Raffaele, il presidente di Fondazione per la Solidarietà (già a capo della Compagnia delle Opere) Giorgio Vittadini, Loredana Bulgarelli (deportata ad Auschwitz), il chirurgo oncologico dell’Istituto dei Tumori Vincenzo Maria Mazzaferro, il cantautore Fabio Concato.  

Vi è un nome nell’elenco dei premiati che costituisce motivo di orgoglio per la redazione de Il Monito, per il suo prezioso contributo al dibattito settimanale che il giornale allestisce online sullo stato di salute della scuola italiana e sull’istruzione; il nome è quello di suor Anna Monia Alfieri, religiosa delle Marcelline, tra le voci più accreditate in Italia sui problemi dell’organizzazione dei sistemi formativi. Non a caso collabora con la Divisione Enti non Profit di Altis (Alta Scuola Impresa e Società) dell’Università del Sacro Cuore di Milano, per l’organizzazione dei corsi di Alta Formazione (in management e alta dirigenza scolastica) per gli Istituti Religiosi e per la docenza negli stessi.

Suor Anna Monia si laurea in Giurisprudenza nel 2001, in Economia nel 2007, conseguendo anche il Diploma Superiore di Scienze Religiose. E’ legale rappresentante dell’Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline. Tra Dal 2016 fa parte della Consulta di Pastorale scolastica e del Consiglio Nazionale Scuola della CEI. Numerosi sono i suoi contributi scientifici su Riviste specializzate e in volumi collettanei.

“Ho appreso questa notte con stupore, ma anche profonda gratitudine, di questo riconoscimento Civiche Benemerenze 2020 – Medaglia d’oro – Ambrogini che dedico a mio padre Luigi e a mia madre Cristina, e a tutti i genitori e agli studenti – ha commentato suor Anna Monia Alfieri -, certa che presto potranno scegliere fra una buona scuola pubblica statale e una buona scuola pubblica paritaria… senza alcun vincolo economico. Una conferma che giunge nel ventennio della legge sulla parità, mentre approda la legge di Bilancio in Parlamento. Crediamoci – ha aggiunto – Autonomia, Parità e libertà di scelta educativa sono possibili e sarà la svolta per sempre. La cultura permette la libertà di pensiero e di parola: allora sarai libero per sempre. E’ questa la libertà che auguro ai nostri studenti e studentesse nella giornata internazionale dello studente. Con la promessa che noi adulti, stiamo lavorando per creare, oggi, con la scuola le premesse di un futuro più giusto ed equo”.

Per suor Anna “Si riparte dalla Legge di Bilancio che approda in Parlamento. Gli annunciati finanziamenti europei (attraverso Sure, Bei, Mes, e Recovery Fund) possono diventare la risorsa preziosa per realizzare e qualificare anche il sistema scolastico integrato, caratterizzato appunto da “Autonomia, Parità scolastica e Libertà di scelta educativa”. Aspetto fondante e imprescindibile, però, è la revisione delle linee di finanziamento del sistema scolastico italiano attraverso tre semplici mosse in commissione bilancio: patti educativi fra le 40mila scuole statali e le 12mila paritarie; costi standard di sostenibilità per allievo: con 5.500 euro (prioritariamente in favore delle famiglie svantaggiate) 8 Mln di studenti rientrano in classe; censimento dei docenti e delle cattedre. Ringrazio quanti hanno creduto in queste idee tanto da portarle all’attenzione civica e confermale con questo generoso riconoscimento pubblico – ha dunque concluso la religiosa -. Andiamo avanti con coraggio”.

La redazione de Il Monito, unitamente alla direzione, rinnovano gli auguri a suor Anna Monia per il prestigioso premio, ribadendole sostegno per tutte le sue battaglie, presenti e future, per una scuola veramente democratica e per realizzare e qualificare anche il sistema scolastico integrato: “Autonomia, Parità scolastica e Libertà di scelta educativa”. Avanti, insieme e con coraggio!

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]