Amatruda “Sarò alla ‘maratona Crespi’ per dire che un innocente è in carcere”

Condividi
“Domani parteciperò alla maratona oratoria per Ambrogio Crespi. Lo farò per raccontare dell’uomo straordinario, per raccontare il regista simbolo della lotta alla criminalità. Lo farò per dire che un innocente è finito in carcere”. Così il giornalista salernitano Gaetano Amatruda annuncia la presenza alla iniziativa promossa da ‘Nessuno Tocchi Caino’ e dal ‘Comitato Ambrogio Crespi’. L’evento sarà in Diretta streaming integrale su RadioRadicale.it e su Radio Radicale FM (dalle 12:00 alle 13:30 e dalle 15.30 alle 17:00) e sui canali social del Comitato e di Nessuno tocchi Caino.
Il regista Crespi è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione a sei anni, accusato di aver procurato voti a Domenico Zambetti, assessore alla Casa della giunta Formigoni, per le regionali del 2010, servendosi di conoscenze in ambienti della ‘ndrangheta.
Il suo caso, però, continua a far discutere per le troppe contraddizioni.
“Sarò con altri e più autorevoli rappresentanti per dare un contributo – dice Amatruda – e ci sarò per dire che fino a quando avrò voce racconterò l’impegno di Ambrogio contro la criminalità”.
I lavori saranno introdotti da Sergio D’Elia, Luigi Crespi, Sabrina Renna (Segretario Comitato NtC per Ambrogio Crespi), Giorgia Benusiglio, protagonista del film “Giorgia Vive”, Alessandro Arrighi, Vice Presidente Comitato NtC per Ambrogio Crespi, Marco Del Freo, Autore del libro “Il Caso Crespi e dal all’avvocato Marcello Elia. Interverranno, poi, esponenti del mondo delle Istituzioni, della politica e del giornalismo.
Ci saranno, fra gli altri, Alessandro Barbano, giornalista, Vice Presidente Comitato NtC per Ambrogio Crespi, Paolo Liguori, Direttore TGCOM, Piero Sansonetti, Direttore de Il Riformista, Gian Marco Chiocci, Direttore dell’ADN Kronos, Francesco Storace, vicedirettore de Il Tempo. Per la politica Bobo Craxi, Simona Vicari, Rita Bernardini, Roberto Rampi ed il manger Riccardo Monti.
E poi ancora con Helene Pacitto tanti protagonisti dei film di Crespi, da Luigi Zoccola a Don Luigi Merola.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]