Alto impatto a Scampia e Miano. Rione Ises: sequestrati 314 kg di TLE. Arrestato un uomo

Condividi

Ieri gli agenti del Commissariato Scampia e della Polizia Municipale, con il supporto dei Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale e degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio a Scampia ed a Miano, in particolare in piazza Madonna dell’Arco.
Nel corso dell’attività sono state identificate 65 persone, controllati 40 veicoli, di cui 18 sottoposti a sequestro amministrativo ed uno sequestrato ai fini della successiva confisca; inoltre, sono state contestate 47 violazioni del Codice della Strada per guida senza patente, mancato utilizzo del casco protettivo e mancata copertura assicurativa, elevando sanzioni per un totale di 52.000 euro.
Nella stessa mattinata i poliziotti, nel transitare in via Aldo Fabrizi, hanno notato un uomo che, dopo aver riposto una scatola nel bagagliaio di un’auto, alla loro vista, ha tentato di entrare in un palazzo per eludere il controllo.
Gli operanti lo hanno raggiunto e bloccato trovandolo in possesso di un mazzo di chiavi, di 1315 euro e, nell’autovettura, hanno rinvenuto 5 scatole contenenti 125 stecche di tabacchi lavorati esteri privi del marchio del Monopolio di Stato; inoltre, hanno effettuato un controllo presso l’androne del palazzo da cui l’uomo era uscito  e vi  hanno rinvenuto altre 3 scatole con 75 stecche di T.L.E., mentre, in un’altra auto parcheggiata nelle vicinanze dello stabile e in due cantine, aperte con le chiavi in suo possesso, hanno rinvenuto un jammer e 1100 stecche di T.L.E..
Infine, presso una cantina in uso all’uomo, adiacente alla sua abitazione a Giugliano in Campania, sono state trovate ulteriori 288 stecche di T.L.E.
Un 40enne giuglianese con precedenti di polizia è stato arrestato per contrabbando di tabacchi lavorati esteri, mentre le due vetture sono state sottoposte a sequestro.

NARDONE

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]