Allarme a Camera, deputato positivo a virus

Condividi

La presenza di un deputato della Lega positivo al Coronavirus venerdì scorso in Aula, – come riporta l’Ansa –  ha suscitato preoccupazione in apertura di seduta alla Camera, con Alessandro Fusacchia (+Europa) e Emanuele Fiano (Pd) che hanno chiesto alla presidenza di adottare il voto telematico o l’utilizzo anche di altre aule di Montecitorio per garantire il distanziamento. Il vicepresidente Fabio Rampelli, che guida i lavori ha detto che “una risposta alle domande poste” arriverà dalla riunione della Conferenza dei capigruppo in programma oggi.

NARDONE

Mentre scoppia la polemica, ristoranti chiusi, dentro la Camera dei Deputati ha riaperto i battenti l’unico ristorante in attività in un’Italia che soffre, senza poter mangiare fuori e neppure bere un caffè. Alla modica cifra di 6 euro, la ristorazione interna di Montecitorio offre due menù, comprensivi di primo, carne e/o insalata, un frutto, acqua, pane e un contorno, in un vassoio rigorosamente incellofanato.  Cibi precotti, dunque, ma pasti veri e, per chi ne ha bisogno, anche senza glutine.

Insomma, peccato che ci possano mettere piede solo i parlamentari e, al massimo, qualche fortunato invitato a pranzo. 

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]