Alfonso Signorini alla gogna. Il famoso conduttore ha espresso il suo pensiero sull’aborto

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Alfonso Signorini si è dichiarato contro l’aborto. Apriti cielo. In Italia, dove impera il politicamente corretto più stupido, un omosessuale non può e non deve essere contro l’aborto e deve accettare per forza l’assurdità del ddl Zan.

NARDONE

“La frasetta detta in Tv ‘contro l’aborto’ da Alfonso Signorini ha senso tanto quanto quelle ‘per i diritti’ che hanno pronunciato Lady Gaga o mille altri. Lascia il tempo che trova.
Comunque fa impressione, ogni volta, l’Inquisizione cui viene sottoposto chi si dichiara contrario – non alla legge ma al fatto in sé.
Perché se ogni volta emerge che chi è “contrario” è uno schifoso retrogrado, sfigato, meritevole di insulti, se ne deduce che l’essere favorevoli – al fatto in sé, non all’esistenza di una legge che prevedrebbe anche misure “contro” – sia una cosa molto moderna, figa e gioiosamente cool.
Non mi convince.”
Alberto Giannoni, giornalista

Ecco un tweet di Signorini
“Tra i diritti civili per i quali mi batto da sempre ci sono il rispetto e la difesa della libertà di pensiero. Un principio che difendiamo, anzi difendo, con assoluta fermezza. Indipendentemente dai miei gruppi di lavoro.”
Come non essere d’accordo?
“Alfonso Signorini è vittima di un linciaggio online per aver espresso un’opinione – condivisibile o meno – sull’aborto. Mi rammarica che questa aggressione, a suon di offese e insulti, provenga e sia fomentata dagli stessi che si ergono a paladini del rispetto e dei diritti.”
Giorgia Meloni

Ed io, fervente cattolica, favorevole alle unioni civili tra omosessuali, ma contro l’aborto e il ddl Zan, in quale girone dei dannati sarei collocata da questi buonisti, democratici fino a quando non contesti le loro idee?
Perché ci sarebbero da scrivere tutti gli insulti che sta ricevendo Signorini, insulti carichi di odio, di livore. E se un adulto rimane traumatizzato davanti a tanta barbarie, non oso immaginare cosa possa accadere ad un bambino.
Alfonso Signorini uno di noi? Sì, perché ognuno ha il diritto di poter esprimere il proprio pensiero. Così recita la nostra amata Costituzione.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.