Al Villaggio Coppola le prime scene del film ‘La Mano Nera’

Condividi

Il lavoro di Ambrogio Crespi e Klaus Davi per raccontare le storie di uomini contro la criminalità

Al Villaggio Coppola di Castelvolturno, nel casertano, le prime scene del film ‘La mano nera’ di Ambrogio Crespi e Klaus Davi con la partecipazione di Luca Telese.

NARDONE

L’obiettivo è, dicono i promotori dell’idea “dare voce a chi è costretto al silenzio” e per  questo si racconteranno le storie di uomini minacciati dalla mafia, “eroi contemporanei che hanno messo in campo coraggio per opporsi alla criminalità organizzata”.

Il lavoro si svilupperà, con le musiche di Michele Sbam, attraverso ricostruzioni cinematografiche unite in un dinamico collage narrativo.

Tra i protagonisti Michele Inserra, giornalista nato a Castellammare e minacciato dalla ndrangheta, Gaetano Saffioti, noto imprenditore calabrese che ha subito numerose minacce e intimidazioni dalla ndrangheta, e Benedetto Zoccola che compare nelle prime scene. Zoccola da tre anni vive sotto scorta ed è stato, per le sue denunce, destinatario di due bombe della camorra.

I registi del film, promosso da Index Production, intendono raccontare e valorizzare le storie di questi eroi silenziosi che non hanno chinato il capo e che rappresentano esempi da seguire. Ambrogio Crespi da tempo si concentra su questi temi. Negli anni ha collezionato diversi premi nazionali ed internazionali con lavori come ‘Enzo Tortora, una ferita italiana’, ‘Capitano Ultimo, le ali del falco’, ‘Spes contra Spem, Liberi Dentro’.

Klaus Davi, volto noto della Tv, da anni denuncia le attività della ndrangheta. Con KalusCondicio ha promosso numerose inchieste e poi ancora con il format ‘gli intoccabili’ ottenendo consenso dalle Istituzioni e dalle forze di polizia.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]