Al teatro Donn’Anna di Napoli, parole, idee e pensieri di Carlo Mosca

Condividi

Presentato l’ultimo libro del prefetto. Intervento del capo di Gabinetto Frattasi

Continuano a parlare le idee del prefetto Carlo Mosca tra le righe della sua ultima opera letteraria: “La Sicurezza. Valori, modelli e prassi istituzionali”. Il libro è stato presentato, oggi, presso il teatro di Palazzo Donn’Anna a Napoli.

NARDONE

Il prefetto Bruno Frattasi, capo di Gabinetto del ministro dell’Interno, ha svolto un’accurata analisi del testo che rappresenta una summa del pensiero di Carlo Mosca. Caratterizzato da coraggio e originalità nella prospettazione della sicurezza come un diritto pieno, soggettivo, diritto fondamentale del cittadino come quelli al lavoro, alla salute e alla mobilità. Diritto alla sicurezza e libertà vengono viste come due entità che tendono a conciliarsi nel costituzionalismo moderno.

Anche il prefetto di Napoli Marco Valentini, che ha introdotto i lavori, ha sottolineato come Carlo Mosca abbia speso gli ultimi due anni della sua vita nella stesura del libro che ha dedicato agli allievi della Scuola di perfezionamento delle Forze di polizia, a testimonianza dell’attenzione riservata alle giovani generazioni. In tutta l’opera riecheggia la sua concezione di sicurezza collettiva e mobilitazione civile, sostenuta dall’assunto che non vi è azione positiva che si possa mettere in campo senza il sostegno di una visione e di un pensiero definiti.

All’evento sono intervenuti il procuratore della Repubblica di Napoli Giovanni Melillo e il procuratore generale presso la Corte di Appello di Napoli Luigi Riello.

La registrazione dell’evento sarà pubblicata sul sito web della prefettura di Napoli.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]