AGIS: “BAMP CINEMA”: formazione per 10.000 studenti. Al via in 6 regioni il progetto speciale dell’ANEC

Condividi

Grispello: “Fondamentale diffondere la conoscenza del Cinema tra i giovani”

 

Presentata la terza edizione di “BAMP CINEMA – Un solo frame dall’Adriatico al Tirreno” L’iniziativa, che unisce quest’anno tutte le regioni dell’Italia meridionale, è ideata e organizzata da Agis Puglia e Basilicata  con Anec Campania, Molise Cinema, Anec Calabria, Anec Sicilia, Accademia del Cinema dei Ragazzi – GET con il coinvolgimento dell’ USR Puglia nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola MIC-MI.

“L’obiettivo comune  –  sottolinea Giulio Dilonardo,  vicepresidente nazionale Anec –  è quello di formare con consapevolezza il pubblico dei giovani realizzando un processo virtuoso che unisca il mondo della scuola a quello del cinema. Un’azione formativa complessa e globale, in cui si va a sottolineare, inoltre, la necessità delle sale cinematografiche quali fondamentali presìdi di formazione e di conoscenza”.

Il progetto prevede, dal 13 dicembre fino al prossimo maggio 2023, la realizzazione di cicli di formazione diretta per il personale docente (circa 700 insegnanti, di cui 130 in Campania) degli Istituti Scolastici aderenti (più di 80 scuole, di cui 14 solo in Campania), ma anche laboratori didattici con gli studenti e proiezioni dedicate suddivise per aree tematiche (“Cinema e diritti civili” e “Cinema e società”) programmate nelle 50 sale cinematografiche delle 6 regioni del circuito BAMP. Un percorso formativo, tenuto da esperti e professionisti del settore, che porterà nelle sue fasi conclusive ad una selezione di studenti (scelti da una commissione di esperti tra i circa 10.000 partecipanti previsti) che prenderanno parte a sei masterclass, una per regione, sui mestieri del cinema. Tra le novità della terza edizione di BAMP c’è, inoltre, il “Contest Periferie” che offre a tutti i partecipanti la possibilità di realizzare, anche solo con l’ausilio dei propri telefonini, dei piccoli cortometraggi (massimo 3 minuti per ciascun’opera) in cui descrivere la realtà dei quartieri e delle aree periferiche della loro città, raccontandola per immagini, evidenziandone i tratti problematici e suggerendo per essi possibili azioni di miglioramento.

“L’arte cinematografica – conclude Luigi Grispello, Consigliere dell’Ufficio di Presidenza ANEC nazionale – è un formidabile strumento di crescita civile e culturale ed è di fondamentale importanza diffonderne la conoscenza tra i giovani. Questo progetto offre loro un’ampia conoscenza del fenomeno cinematografico nonché delle professionalità altamente specializzate che intervengono nel ciclo produttivo ad esso collegato, così da porre in evidenza anche le concrete occasioni di lavoro”.  Il progetto speciale si concluderà a maggio del prossimo anno con un convegno sulla “Centralità della Sala Cinematografica”, in programma a Bari, che accoglierà i vari risultati prodotti dagli studenti nonché gli interventi sul tema dei massimi esperti italiani del settore.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito ufficiali: www.bampcinema.it

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]