“Action day”. La “Task Force Terra dei Fuochi” effettua nuovi controlli nelle province di Napoli e Caserta, puniti con multe e sigilli i reati ambientali

Condividi

Esercito e Forze di Polizia lavorano quotidianamente per contrastare e prevenire i reati ambientali in “Terra dei Fuochi”.

Caserta, 03 settembre 2020. Esercito e Forze di Polizia continuano gli accertamenti sulle illegalità nel ciclo dello smaltimento dei rifiuti relative a specifiche categorie produttive inserite in determinate aree territoriali, secondo una pianificazione coordinata dalle Prefetture di Napoli e Caserta, su indicazioni dell’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella Regione Campania.

NARDONE

I Militari dell’Esercito, in collaborazione con le forze di Polizia, hanno effettuato, ieri, diversi controlli straordinari del territorio nel Comune di Casamarciano, Palma Campania, Nola e Saviano (Na) e Capua e Santa Maria Capua Vetere (Ce).

Militare dell'Esercito e Finanzieri durante uno dei controlli
Militare dell’Esercito e Finanzieri durante uno dei controlli

In campo, 23 equipaggi per un totale di 54 unità interforze appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito (su base 21° Reggimento Genio Guastatori Caserta), alla Polizia Metropolitana di Napoli e Provinciale di Caserta, ai Carabinieri Forestale di Marigliano (Na), al “ROAN” della Guardia di Finanza di Napoli, alla Guardia di Finanza di Nola (Na), Capua (Ce) e “sezione cinofila” Aversa (CE), alla Polizia di Stato di Nola (Na) e Santa Maria Capua Vetere (Ce), alla Polizia Municipale di Capua (Ce) e all’ARPAC di Caserta.

Sono state controllate 16 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 07 sequestrate, 02 sanzionate; identificate 93 persone, di cui 15 denunciate perché lavoratori irregolari e rei di illeciti ambientali; 51  autoveicoli/autocarri controllati e sequestrati; circa 2900 mq di aree sequestrate e oltre 16mila euro di sanzioni comminate.

I reati contestati sono quelli di gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e lavorazione degli scarti.

Un valore aggiunto alle operazioni è stato dato anche dall’utilizzo di Droni (del 41° Reggimento Cordenons) , una risorsa dell’Esercito posta al servizio della “cabina di regia” dell’Operazione “Terra dei Fuochi” che hanno contribuito l’individuazione degli obiettivi.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]