Acerra, muore poliziotto: recisa la carotide con la cintura di sicurezza durante incidente

Condividi

Acerra, 20 nov. – Un malore improvviso, l’auto che sbanda e finisce contro un muro e la cintura di sicurezza, sempre allacciata, che recide la carotide. Una morte inaccettabile quella di Pasquale Crivelli, nativo di Avella e residente a Mugnano, il poliziotto col sorriso in servizio presso il commissariato di Acerra morto dopo cinque giorni di agonia all’ospedale Cardarelli di Napoli. Cinquantaquattro anni, colonna del reparto Scientifica della polizia acerrana, Crivelli è rimasto vittima di un incidente stradale cui pochi riescono a dare una spiegazione.

La casualità, il destino che attende dietro l’angolo e punisce senza pietà anche chi da sempre aveva prestato la sua professionalità ed umanità al servizio della divisa e di chi soffriva. Impossibile stabilire con certezza le cause, di sicuro si tratta di una perdita enorme per tre comunità: quella avellana, in cui Pasquale era nato e cresciuto, quella di Mugnano del Cardinale in cui da anni viveva con la famiglia, e quella di Acerra, la città in cui lavorava ed era diventato un punto di riferimento.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]