A Cetara, Mediterranean Lifestyle: Tra storia e tradizione, una rete di interscambio ittico e culturale, dalla Campania alla Liguria

Condividi

Costa d’Amalfi, 25 giugno 2021 – Parte da Cetara il primo incontro relativo al progetto Mediterranean Lifestyle: un mare dove navigano anche le idee che vede coinvolto il borgo marinaro della Costiera Amalfitana con la città ligure di Imperia. Un sodalizio di esperienze, tradizioni e culture che si terrà lunedì 28 giugno, dalle 18, al porto di Cetara, alla presenza dei presidenti del FLAG Approdo di UlisseFortunato Della Monica, e del FLAG GAC Mare delle Alpi, Enrico Lupi, dove poi seguirà un dibattito ed una degustazione delle eccellenze ittiche locali a bordo della Tonnara Angela Madre. L’appuntamento, che nasce dalla volontà di supportare l’attività della pesca e del turismo, rilanciando l’economia del settore, soprattutto in seguito allo stallo dovuto alla pandemia, ha come obiettivo il racconto di una storia a ritroso che parte dalla Campania e arriva fino alla Liguria. È la vicenda di PingOne, un cetarese che lascia il lavoro di commercialista per dedicarsi all’ittiturismo e promuovere la cultura della dieta mediterranea e della diversificazione del pescato a bordo della propria imbarcazione. Un viaggio simbolico che trova una precisa connessione anche con il nome del nostro FLAG. Come Ulisse riuscì a tornare nella sua isola, così PingOne riabbraccerà il paese natio. «Questo meeting sarà uno stimolo per parlare di pesca, pescatori e sensibilizzare tutti i partecipanti sull’argomento» – spiega il presidente del FLAG, Fortunato Della Monica, nonché primo cittadino del borgo costiero. Come ha sottolineato il presidente del FLAG ligure, Enrico Lupi: «Punto di partenza è l’organizzazione di un simbolico viaggio a ritroso che porterà un ittiturismo – il peschereccio PingOne – a raggiungere via mare il paese natio, appunto Cetara». L’occasione proposta da Cetara sarà utile per rinvigorire il legame tra le due comunità e approfondire le opportunità legate alla nuova programmazione. Infatti, i due FLAG, che mettono in comune diverse buone pratiche, dalla diversificazione del reddito diretto della pesca, alla trasformazione e commercializzazione dei prodotti ittici, attraverso questa esperienza vogliono candidarsi a rappresentare un modello di pesca sostenibile anche per le altre marinerie del Tirreno. All’evento parteciperanno anche l’Assessore Regionale della Campania, Nicola Caputo e il vicepresidente della Regione Liguria, già assessore delegato anche alla pesca, Alessandro Piana, nonché i Presidenti degli Enti Camerali di Campania e Liguria. L’iniziativa del prossimo 28 Giugno farà da apripista alla seconda fase del progetto di Cooperazione, quando, a novembre, la comunità locale del FLAG della Costa d’Amalfi-Penisola Sorrentina partirà alla volta di Imperia per valorizzare le eccellenze della Campania, tra cui non può mancare la Colatura di alici di Cetara DOP.

NARDONE

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]